MONTEPRANDONE – “Costruire proposte che partano dai diritti delle persone, in particolar modo dal lavoro, anziché dalle esigenze del mondo bancario e padronale, oggi spacciate per inevitabili necessità tecniche”. È questo il senso dell’assemblea pubblica organizzata da Rifondazione Comunista, per avviare la costruzione dell’opposizione al Governo Monti. L’incontro si terrà giovedì 9 febbraio alle 21:15 presso la sala riunioni in Piazza dell’Unità a Centobuchi.

Interverranno esponenti politici, sindacali e di movimenti. Chiuderà gli interventi Paolo Ferrero, segretario nazionale di Rifondazione Comunista. Oltre a lavoratori di settori in crisi nel Piceno, parteciperanno Giuseppe Ciarrocchi, segretario regionale Fiom; Giancarlo Collina, segretario provinciale Cgil; Claudio Concas, coordinatore associazione studentesca “Robin Hood”; Mario Carini, coordinatore tavolo piceno sull’Acqua.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 379 volte, 1 oggi)