TORTORETO – Si riappropria della licenza di un bar e organizza ai danni dell’ormai ex gestore una rapina di 3mila euro. L’episodio, su cui ha indagato per mesi la Polizia di Stato, ha portato all’esecuzione di due ordinanze di custodia cautelare in carcere, firmate dal gip De Renzis su rischiesta del sostituto procuratore Stefano Giovagnoni, nei confronti di Claudio Ridolfi, 50 anni residente a Giulianova, e Thomas Di Eugenio, 25 anni residente a Tortoreto. I due lo scorso 21 ottobre 2011 avevano rapinato di tremila euro L.C. giovane imprenditore di Giulianova. Le indagini condotte anche attraverso accertamenti bancari, individuazioni fotografiche ed escussione di testimoni, hanno consentito di raccogliere elementi univoci e concordanti circa le responsabilità dei due indagati.

Ridolfi, proprietario di un bar a Martinsicuro gestito però da L.C., voleva reintestarsi la licenza del locale ed aveva spinto L.C a stipulare un atto di rinuncia della licenza davanti ad un notaio di Giulianova, previa restituzione di tremila euro che il gestore aveva versato nei mesi precedenti a titolo di caparra confirmatoria. Successivamente i due si erano recati presso l’ufficio del commercio del Comune di Martinsicuro per formalizzare l’avvenuta voltura della licenza. All’uscita dagli uffici comunali, Ridolfi aveva un passaggio in auto a L.C fino a Giulianova, ma durante il tragitto, lungo la statale 16 a Tortoreto l’auto si era fermata e il passeggero costretto a salire nell’auto di Di Eugenio. Questi aveva poi minacciato con un coltello L.C., obbligandolo a consegnargli i tremila euro che aveva con sé e che aveva ricevuto da Ridolfi. Ricevuto il denaro, aveva scaricato in strada la vittima e si era dileguato. A seguito della denuncia dell’uomo e delle indagini effettuate, è stato disposto l’arresto dei due, rintracciati presso le proprie abitazioni e condotti nel carcere di Castrogno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 548 volte, 1 oggi)