SAN BENEDETTO – Il maltempo non fermerà il Carnevale Sambenedettese, che quest’anno inizierà con qualche giorno di ritardo. Un’edizione che prenderà il via giovedì 16 febbraio (anziché domenica 12) e che sarà interamente dedicata alla memoria di Pierpaolo Pasquali, storico componente de “Gli amici del Carnevale” scomparso un anno fa.

I carri allegorici previsti saranno cinque e le tematiche rappresentate svarieranno dalla politica, immancabile, ai cartoni animati, passando per la crisi economica.

Giovedì 16 dalle 15 al Palazzetto dello Sport, ad ingresso gratuito, porte aperte ai più piccoli per un pomeriggio di divertimento, seguito la sera alle 21 alla Palestra D’Angelo dall’orchestra Rapsodia e dal duo Stefano e Gianluca. La domenica seguente spazio agli attesi carri nelle vie del centro città.

Lunedì 20, ancora alla palestra D’Angelo Veglione di Carnevale dalle 21. Gran finale il 21, con il bis dei carri, stavolta con l’innesto di quelli provenienti dalle località vicine.

Saranno bandite le bombolette spray per dichiarata volontà del sindaco Gaspari, firmatario di una recente ordinanza che vieterà “l’utilizzo e la vendita, per gli operatori commerciali su aree pubbliche che verranno collocati nell’area pedonale del centro nel periodo di Carnevale, di bombolette schiumogene di qualsiasi natura”. Sarà vietato inoltre “confezionare, vendere ed usare articoli carnevaleschi atti ad offendere, quali ad esempio palle da lancio semirigide, mazza di plastica, manganelli e martelli in gomma rigida, congegni per lancio di materie imbrattanti e pericolose, nonché giocattoli a base di polvere pirica e composizioni detonanti. È consentita la sola vendita di coriandoli confezionati in sacchetti di plastica, o in altro materiale impermeabile, chiusi con mezzi idonei, onde evitare la manomissione prima della vendita”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 208 volte, 1 oggi)