TERAMO – Salgono a 6 i morti in Abruzzo a causa del maltempo. Questa mattina un camionista è stato trovato privo di vita nella cabina del suo mezzo, incolonnato lungo la superstrada del Liri, alle porte di Avezzano, a causa della neve. Si tratta di un uomo di 68 anni, di Bologna. Per accertare le cause della morte sono intervenuti gli agenti del commissariato di Avezzano che stanno cercando di portare sul posto il medico legale. Sembra che il camion fosse fermo in quel punto già dalla notte scorsa ed è possibile che l’uomo sia stato colto da un malore. Nei giorni scorsi il maltempo aveva mietuto altre vittime.

Dopo Renzo Piano, 40enne di Barete (l’Aquila) morto all’interno della sua vettura dove si era rifugiato per ripararsi dal freddo e dove è stato stroncato dal monossido di carbonio, e Panfilo Marinucci, 44 anni dentista di Sulmona (L’Aquila) morto per un infarto mentre provava a liberare la sua auto innevata nel parcheggio sotto casa, nelle ultime ore si sono aggiunte altre due vittime: una si registra a Teramo, a Mosciano Sant’Angelo, dove un uomo di 51 anni Domenico Maiorani, è stato stroncato da un infarto mentre spalava la neve dinanzi la sua abitazione. Ad Avezzano Edoardo Mariani, 50 anni, è stato colpito da un infarto. L’uomo, soccorso da un ambulanza rimasta poi bloccata dalla neve, non ha fatto in tempo a raggiungere l’ospedale ed è morto durante il tragitto.

Una vittima anche in provincia di Chieti ad Archi. Qui un uomo di 87 anni, Vincenzo Troilo, mentre toglieva il ghiaccio dinanzi alla sua abitazione è caduto a terra battendo la testa. L’uomo è morto subito dopo il ricovero in ospedale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 985 volte, 1 oggi)