Per una maggiore comprensione della tempistica relativa alla VIA sullo stoccaggio a San Benedetto e sullo stupore che emerge di seguito, cliccare qui per leggere un articolo di RivieraOggi.it dello scorso 3 dicembre dal titolo “Tutto quello che avreste voluto sapere sul gas (ma non avete mai saputo) nel quale erano esattamente risportati i tempi e i passaggi che – credevamo – fossero di ovvia conoscenza di personale amministrativo e politico sambenedettese (ndd).

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Gas Plus: e se la corsa contro il tempo per presentare le osservazioni fosse stata inutile? Il timore è emerso nell’incontro di lunedì tra la Commissione guidata da Giuseppe Cappelli e l’amministrazione comunale. Spiega il dirigente del settore Urbanistica, Germano Polidori: “La Regione dichiara che il Ministero per decidere sulla centrale di stoccaggio potrebbe fare a meno del nostro contributo e di Terre.it. Il parere di Palazzo Raffaello non è vincolante. La cosa un po’ mi turba. Ma noi il materiale lo invieremo comunque”.

Apriti cielo, nonostante la notizia risultasse nota. Immediate le reazioni di Del Zompo e Primavera: “I territori devono avere la dignità di poter dire la loro. Questa sollecitazione va inserita nel documento, altrimenti sarebbe una presa per i fondelli per tutti quanti, noi compresi”, tuona l’esponente dell’Italia dei Valori. La segue a ruota l’ex consigliere comunale: “Se così fosse, forse la colpa andrebbe addebitata proprio ai ritardi dell’amministrazione sambenedettese. Muovendoci con un anno d’anticipo non avremmo avuto tali paure”.

Luca Spadoni tuttavia predica calma: “Non credo che Regione o Ministero possano fare a meno di esaminare i lavori dell’Università”. E sul viaggio a Minerbio conferma le intenzioni della prima ora: “Martedì chiameremo per prendere un appuntamento. Ci vorranno quindici giorni”.

Una linea condivisa dallo stesso Cappelli: “Vogliamo andarci a prescindere. La Commissione non doveva dare giudizi finali, l’ho ripetuto in tutte le sedi. Ad oggi sono state evidenziate altre criticità nella documentazione progettuale della Gas Plus che, se non colmate, rendono impossibile l’espressione di un qualsiasi parere della Valutazione d’Impatto Ambientale”.

Assente per impegni istituzionali per quasi tutto il dibattito il sindaco Gaspari: “Ringrazio tutti, critici e non – asserisce in apertura – non so come questa situazione si evolverà. L’obiettivo era formulare osservazioni da portare in Conferenza dei Servizi, che poi era l’accusa mossa alla nostra amministrazione”. Conferenza che non vedrà al tavolo romano la partecipazione di rappresentanti rivieraschi: “Non siamo stati convocati, meglio far sentire tutte le nostre preoccupazioni”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.188 volte, 1 oggi)