MARTINSICURO – La potatura dei lecci in via Roma a Martinsicuro scatena la protesta dei Verdi, che considerano “una violenza” l’intervento effettuato dalla ditta incaricata dal Comune.

“L’intervento effettuato sui 26 lecci – scrive Mario Viola in una lettera indirizzata al sindaco Di Salvatore – non presenta i caratteri della potatura, poiché l’operazione consentita dagli organi tecnici del Comune si chiama capitozzatura”.

I Verdi quindi chiedono di “bloccare la violenza sugli altri lecci della suddetta strada allo scopo di tutelare il residuo patrimonio arboreo pubblico” e paventano il rischio di perdere la certificazione Emas conseguita dal Comune.

“Non si era mai verificato – conclude la nota – nella storia recente di Martinsicuro, dall’autonomia da Colonnella ad oggi, un intervento insostenibile (barbarico) nei confronti del patrimonio arboreo pubblico della nostra città”.

 

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 479 volte, 1 oggi)