FORTITUDO FABRIANO-GROTTAMMARE: 1-1

FORTITUDO FABRIANO: Tamburini, Ruggeri (82′ Bernardi), Latini, Di Donato, Canulli, Cangiano, Vincioni (89′ Tittarelli), Biondi, Bonsignore, Caselli, Rosetti (69′ Biocco). Allenatore: Stefano Nico

GROTTAMMARE: Calvaresi, Adamoli (69′ Silvestri), Marcatili, Gaibo, Valentini, Capriotti, Frinconi, Adorante F., Ludovisi (76′ Zè Perez), Ramadori, Nardini (62′ Cesani). Allenatore: Luigi Zaini

ARBITRO: Gaspari di Pesaro (Domenella E Fumarola entrambi di Ancona)

RETI: 16’ Ludovisi, 36’ Bonsignore

AMMONITI: Bonsignore, Latini

RECUPERO: 1’ + 4’

SPETTATORI: 100 circa

Alcuni minutaggi e le panchine purtroppo al momento non sono disponibili. Si ringrazia Lara Facchini per il tabellino.

FABRIANO – A volte i pareggi sono delle vere e proprie vittorie. Nel caso odierno, sia la Fortitudo Fabriano che il Grottammare possono vantarsi di aver conquistato un bel “successo” che ha appagato entrambe le fazioni. I primi gioiscono per essersi accaparrati la gloria di aver bloccato una delle squadre più temibili del Campionato Eccellenza Marche nonché spietate quando si esibiscono in terreni forestieri, i secondi festeggiano l’ennesimo risultato utile ottenuto fuori casa oltre al rientro esemplare dall’infortunio di bomber Ludovisi, correlato con tanto di gol. Ma il vero protagonista quest’oggi è stato mister Nico. Sambenedettese, 36 anni, ostenta un’invidiabile impavidità e forza di carattere degne di un allenatore militante in alte categorie per la sua audacia nel mettersi in gioco prendendo le redine di situazioni molto a rischio.

Lo avevamo già conosciuto nel 2010 quando si caricò sulle spalle il disastroso Centobuchi per poi lasciare causa incomprensioni con la società, lo ritroviamo a caricarsi sulla schiena la squadra anconetana attualmente penultima in classifica a 8 punti dalla Belvederese. L’immeritata sconfitta contro l’Urbania ha dimostrato che Nico aveva le idee ben chiare in testa e contro gli undici di Zaini è riuscito ad evitare il male peggiore. Dal canto loro i rivieraschi hanno effettuato la partita che ci si aspettava, giocando magistralmente la prima mezz’ora di gara, creando diverse azioni pericolose e sfiorando più volte il gol. Bravi i padroni di casa a sapersi compattare a dovere chiudendo gli spazi utili, riuscendo anche ad impensierire Calvaresi in qualche occasione.

Dopo il fischio d’inizio non succede granché fino al 16’. Prima azione offensiva dei bianco-celesti che subito si tramuta in rete. Nardini si smarca sulla fascia destra e propone un passaggio rasoterra per Ludovisi che insacca facilmente alle spalle di Tamburini. Dopo 240’’ ancora Zaini Boys sempre con bomber Ludovisi ma il suo colpo di testa finisce alto. Gli uomini di Nico reagiscono con un paio di iniziative personali di Rosetti prima al 23’ e successivamente al 28, ma entrambe le conclusioni risultano facilmente gestibili da Calvaresi. Al 31’ è Bonsignore che da ottima posizione sfiora il pareggio mancando di poco la sfera mentre il collega di maglia Latini pochi istanti dopo ci prova con un tiro potente da fuori che termina a lato.

Qualcosa si muove nell’aria. La Fortitudo Fabriano si propone in avanti con molti lanci lunghi e uno di questi sfocia in gol. Al 36’ è Biondo che lancia per Bonsignore, il quale in area si eleva e di testa calibra una parabola che lascia impietrito il numero uno rivierasco.
Nella ripresa le formazioni distendono la tensione e cercano di emanciparsi di più con un gioco più aggressivo e irruente. Al 52’ è ancora Bonsignore ad andare vicino alla rete con un’incornata suggerita da cross di Ruggeri che termina di poco a lato. Gli ospiti reagiscono col motorino Gaibo che al 57’ esplode un desto calibrato sotto il sette, Tamburini si improvvisa avvoltoio di Rueppell e s’innalza in cielo deviando in corner. Al 59’ ancora Grottammare vicino al gol con Ludovisi che a tu per tu col numero uno fabrianese, ma quest’ultimo è bravissimo a coprire lo specchio della porta.

Al 78’ è Zè Perez che potrebbe portare in vantaggio i suoi ma il suo colpo di testa risulta centrale. Ultima azione degna di nota al 90’ con un bel contropiede degli anconetani che vede Biocco fronteggiare Calvaresi, bravo il portiere ascolano a respingere il bolide dell’avversario.

La prossima sfida verrà giocata il 01 Febbraio. Il Grottammare ospiterà il fanalino Real Montecchio nel turno infrasettimanale.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 488 volte, 1 oggi)