PIGNOTTI: Una grande soddisfazione ma dobbiamo continuare a giocare alla giornata, ricordiamo che il Teramo sta facendo un grandissimo campionato, anche se noi stiamo andando molto bene ma possiamo dire di aver fatto nulla, siamo a quattro punti di distanza. Il nostro non vuole essere un nascondersi, ma un dato di fatto. Aver raggiunto il record delle dieci vittorie consecutive è cosa buona, ma quel che conta è vincere i campionati. E’ stata una partita sofferta ma dopo il pareggio abbiamo saputo controbattere.
PASCUCCI: Il Teramo è la squadra più forte, la Samb ha un forte reparto avanzato e la Civitanovese è una formazione che non molla mai, mentre l’Ancona mi è sembrata una squadra meno competitiva perché poco concreta nonostante le forti individualità. Oggi, dopo il pareggio, pensavo che avremmo potuto anche dare un colpo importante che altre volte ci è riuscito ma la Samb invece ha saputo rispondere alla grande.
PUGLIA: Napolano dice che ha saputo darmi il pallone in quel modo perché mi conosce da tanto tempo. Anche io, devo dire, lo conosco, e so che in quelle condizioni è in grado di mettermi la palla esattamente dove ha fatto, così sono stato molto reattivo e sono arrivato per primo all’assist. Questa era una vittoria molto difficile, perché dopo il risultato di domenica scorsa contro l’Ancona non era facile ricaricare le batterie e mettersi tutto alle spalle. Io gioco meglio se entro a partita iniziata? E’ soltanto un caso, è vero, contro l’Ancona ho fatto benino e non benissimo.
PALLADINI: Nel primo tempo potevamo passare in vantaggio in diverse occasioni, ho deciso di modificare la posizione di Voinea e Napolano perché vedevo che Voinea faticava a puntare l’uomo. Abbiamo attaccato sempre anche se abbiamo rischiato di complicarci la vita dopo il pareggio del Riccione, ma siamo stati bravi a reagire. Abbiamo eguagliato il record storico di vittorie consecutive? Sono cose che contano poco se a fine stagione non si arriva a qualcosa di concreto, devo comunque fare i complimenti ai ragazzi che entrano anche a partita iniziata. Carteri? Un giocatore che conosciamo già, trascinatore ed ora è anche in gran forma fisica, ma ricordiamo che insieme a lui ci sono tanti altri giocatori che fanno il gruppo. La vittoria è importante su un campo che aveva visto Ancona e Teramo in grande difficoltà. Adesso dobbiamo fermarci per la sosta e sarebbe stato bello continuare ancora, visto che le cose ci stanno andando bene.
NAPOLANO: Una vittoria sofferta ma meritata, sul secondo gol ho dato a Puglia una palla ottima anche perché conosco Gabriele da molto tempo e conosco i suoi movimenti e come in certi casi può essere pericoloso. Abbiamo sofferto leggermente dopo il pareggio.
VOINEA: Sì, anche oggi mi è andata bene e sono stato decisivo, e ne sono contento. Dieci vittorie consecutive sono importanti ma noi dobbiamo giocare domenica dopo domenica, il Teramo è forte e continua ad essere davanti. Nel primo tempo ero un po’ bloccato e poi ho cambiato fascia, e proprio da lì è arrivato il gol.
SPADONI: E’ una vittoria molto importante perché su un campo difficile. Ci tengo a sottolineare il contributo di quei giocatori solitamente meno impiegati, penso a Voinea ad esempio, ma anche Zazzetta, entrato nel finale, Ianni, e anche Donzelli, che nei minuti finali ha tenuto il pallone sempre lontano dal nostro centrocampo. Domani ufficializzeremo i nomi degli under che verranno a dar man forte.
GASPARI: Una vittoria sofferta ma molto meritata, e per questo ancor più soddisfacente. In una giornata tanto fredda abbiamo così ricevuto una bella scintilla di felicità.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.036 volte, 1 oggi)