ALBA ADRIATICA – Un ennesimo incidente per le vie di Alba Adriatica ripropone il problema dell’alta velocità nel centro abitato.
A detta dei cittadini, oltre a Viale Mazzini, anche  il lungomare Marconi durante l’inverno e via Duca D’Aosta, all’altezza dell’incrocio con via Olimpica, nei pressi del centro commerciale la Piramide, sono zone pericolose per i pedoni, impossibilitati ad attraversare la strada senza rischiare di essere investiti.
Il Comune di Alba sembra non accogliere le numerose richieste da parte di cittadini, forze politiche e associazioni per l’installazione di dossi (ammessi dal Codice della Strada purché siano fissi e ben segnalati, come quelli del lungomare di Giulianova per esempio) che aiutino a diminuire la velocità, o in alternativa rotatorie e maggiori controlli da parte della polizia municipale.
Gli unici provvedimenti presi dall’amministrazione non sono serviti a risolvere il problema, anzi l’inserimento di qualche senso unico da parte dell’assessore alla viabilità ha fatto aumentare le proteste dei cittadini, costretti spesso a percorrere un lungo tragitto solo per spostarsi di qualche metro, e dei commercianti, penalizzati in alcuni casi dalle deviazioni.
La Federazione Verdi si è impegnata in modo particolare a sensibilizzare alla problematica direttamente il sindaco, che si dice impossibilitato a procedere per l’opposizione che trova da parte di funzionari interni del comune, di cui non si conosce ancora il nome.
Tale situazione ha fatto emergere interrogativi sulla già premiata trasparenza dell’amministrazione di Alba Adriatica che, a rigor di legge, dovrebbe essere garantita e, invece, è messa in dubbio da esposti presentati alla Procura di Teramo.
I Verdi portano avanti la polemica chiedendo al sindaco un provvedimento celere, e invitandolo a lasciare l’incarico se non è in grado di superare queste opposizioni interne, dato che gli incidenti avvenuti (l’ultimo ha coinvolto un camion di un corriere e una Smart, i cui occupanti hanno rischiato la vita) sono un pericolo sempre più urgente per la sicurezza dei cittadini.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 221 volte, 1 oggi)