GROTTAMMARE – “Per aver trasmesso in questi anni, con responsabilità. eleganza e passione, la memoria della sua famiglia e dello storico incontro del 12 ottobre 1860 tra il re Vittorio Emanuele II e i ventiquattro deputati napoletani, contribuendo in maniera determinante, generosa e discreta alle storiche celebrazioni del 2011 e al conseguimento del prestigioso titolo di città per Grottammnare”.

Queste sono le motivazioni che hanno portato l’Amministrazione di Grottammare  e l’associazione Lido degli Aranci  a decidere, all’unanimità,  di dare il premio “Il grottammarese dell’anno” a  Vittorio Laureati.

“Ogni anno da statuto – spiega Tullio Luciani che fa parte dell’organizzazione- un artista di Grottammare deve riprenderne i simboli che sono il Paese Alto, le arance e un personaggio tra papa Sisto V e Pericle Fazzini. L’opera deve essere consegnata a chi è nato o è residente a Grottammare”.

L’opera di quest’anno è della pittrice Tiziana Marchionni.

Sabato 28 gennaio al Teatro dell’Energie  si terrà la vera e propria premiazione.  La serata “Una Rotonda sul mare”  inizierà alle 21:15 e sarà presentata da Angelo Carestia.

Saliranno sul palcoscenico Lando&Dino, il trio di cantanti lirici  Aldo-Edhea-Domenico e direttamente da Zelig Gianluca Giugliarelli.

“L’incasso della serata-spiega Emiliano Mascaretti del Lido degli Aranci-  sarà devoluto alla fondazione Alessandro Troiani. L’ingresso costa solo 5 euro“.

Durante la serata sarà dato un premio postumo a Guido Venieri, artista di Grottammare recentemente scomparso

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 653 volte, 1 oggi)