SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sabato 21 gennaio alle ore 17.30 presso l’ auditorium, Adriano Chiarelli presenterà il volume “Malapolizia”. L’evento è organizzato dall’amministrazione comunale e dalla libreria “La Bibliofila”. Ad introdurre Eleonora Paci con la coordinazione Mimmo Minuto.

“Malapolizia” è un’inchiesta-verità sulle morti non chiarite che svela tutti i retroscena degli abusi di potere commessi dalle forze dell’ordine. Le domande che Chiarelli si pone sono: come può un normale intervento di polizia trasformarsi in un omicidio di gruppo? Qual è il confine tra ordine pubblico e abuso di potere, superato il quale anche un uomo in divisa può arrivare a uccidere? Le vicende di Stefano Cucchi, Federico Aldrovandi, Giuseppe Uva e di molti altri sollevano inquietanti interrogativi sull’operato delle forze dell’ordine e svelano scenari di brutalità e violenza che si credevano ormai superati, soprattutto dopo il G8 di Genova. La lista delle vittime, però, è molto più lunga: nelle camere di sicurezza delle questure, nelle celle dei penitenziari o semplicemente per strada, l’elenco dei morti e dei feriti continua ad allungarsi negli anni, a volte insabbiato da silenzi e omertà istituzionali. Attraverso materiali inediti, interviste ai familiari e atti giudiziari, questo libro ricostruisce pestaggi e violenze sui quali non sempre si ha interesse a gettare luce, e che mettono a dura prova la credibilità di certa parte della giustizia italiana.

Adriano Chiarelli ha 31 anni, è nato a Bruxelles e vive a Roma. È stato assistente alla regia di Paolo Sorrentino e Matteo Garrone. Lavora come autore e sceneggiatore per cinema e televisione. Ha all’attivo diverse collaborazioni con Rai, Fox Italia e altre produzioni italiane. “Malapolizia” è il suo primo libro e nasce dalle ricerche che l’autore aveva condotto in vista della realizzazione di un documentario per la televisione.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 87 volte, 1 oggi)