http://unmig.sviluppoeconomico.gov.it/unmig/pozziattivi/cdettaglio.asp?id=25
(La centrale di Grottammare dovrebbe essere  il collettore di cinque pozzi sottomarini corrispondenti a tre piattaforme, david3, david8-9 e pennina)

GROTTAMMARE – Che il vecchio deposito di gas che vuole utilizzare la Gas Plus per lo stoccaggio, abbia una estensione potenziale che giunge fino al territorio di Grottammare lo sapevamo, ma che anche la Perla dell’Adriatico avesse una centrale, questo era sfuggito ai più.

Siamo rimasti incuriositi, durante le nostre perlustrazioni all’Adriaoli, lungo la Valtesino, nell’osservare la presenza, proprio in prossimità del sansificio, dalla fiamma accesa proveniente da una “candela” alta parecchi metri. In questi giorni stavamo approfondendo la questione quando alcuni cittadini, su Facebook, ci hanno ulteriormente contattato e quindi siamo tornati per cui sul posto per vederci chiaro.

Nel cartello posizionato vicino al cancello di entrata si legge “Centrale Gas di Grottammare”. La sagoma di un pupazzo tutto rosa, con il cappellino giallo, firmato Eni, ci accoglie all’ingresso augurando “Buona Giornata a tutti”.

Entriamo e facciamo qualche foto. Chiediamo di poter parlare con qualcuno. Questo “qualcuno” ci ha ricevuto, ma non ci ha voluto rivelare nemmeno il suo nome: “Non sono tenuto a rispondere a domande”.

Però alla fine riusciamo a sapere il nome della ditta “Adriatica Idrocarburi spa”, che lo stabilimento sito a Grottammare non è altro che una succursale e che si occupa di “trattamento” del gas.

Grazie all’inchiesta di Pier Paolo Flammini sulla Gas Plus, sappiamo che quest’ultima provò nel 2010 ad acquistare dall’Eni l’Adriatica Idrocarburi (per 850 milioni di euro), ma poi non se ne fece nulla.

Dalle nostre ultime ricerche su internet risulterebbe però una joint ventures (accordo di collaborazione tra più imprese) tra le due.

Questo è quanto per ora, presto seguiranno aggiornamenti e approfondimenti

AGGIORNAMENTO DEL 20 GENNAIO ore 15:36: Continuano le nostre ricerche sulla Centrale di Gas di Grottammare. Abbiamo contattato più volte lo stabilimento centrale della Adriatica Idrocarburi sito a Sambuceto (traslocato da poco da Ortona). Da giorni l’unica persona con cui abbiamo avuto la possibilità di parlare è la centralinista alla quale chiediamo inutilmente, di passarci qualcuno che si  occupi di relazioni con il pubblico. Questo signore (signora?) è sempre fuori sede. Da martedì ad oggi, tanti sono stati i nostri tentativi, mattino presto, tardo, pomeriggio, l’ultimo circa un’ora fa (ore 14:50). Continueremo ad insistere, visto l’interesse suscitato dall’articolo, evidenziato dalle tante letture e dai numerosi commenti. Ribadiamo  la nostra volontà di non fare polemica ma di informare i cittadini e speriamo nei prossimi giorni, di riuscire a farlo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.722 volte, 1 oggi)