SAN BENEDETTO DEL TRONTO – E’ stato sottoscritto martedì ad Ancona tra Regione Marche, Erap e Comune di San Benedetto del Tronto (a firma dell’assessore all’urbanistica Paolo Canducci) l’accordo di programma che dà il via libero definitivo al Programma di Riqualificazione per alloggi a canone sostenibile (Pruacs) per il Paese alto di San Benedetto.

Il Programma denominato “Albula Centro – Via Manara – Paese Alto” godrà del finanziamento regionale di 1,65 milioni di euro in base alla legge 16 del 2005 e l’accordo sottoscritto prevede che entro sei mesi siano redatti i progetti esecutivi e si dia inizio ad almeno uno dei lavori previsti. Molto probabilmente si inizierà con la sistemazione, a cura del Comune con fondi regionali, dei marciapiedi e dei sottoservizi della zona interessata dal progetto, quelli di via Bixio, del tratto terminale di via Fileni, di via del Consolato, di via Manara e di via Tonale.

Poi sarà la volta del ponte di via Carnia e della riqualificazione dell’ex scuola elementare “Sciarra” e della casa parcheggio di via Mameli per realizzare 23 nuovi alloggi di edilizia popolare. Altri 14 alloggi sorgeranno a cura dell’Erap di Ascoli Piceno in via Tonale dove i privati proprietari potranno riqualificare capannoni di loro proprietà trasformandoli nel futuro in edifici di civile abitazione e cedendo al Comune l’area per la realizzazione di una palazzina di edilizia residenziale pubblica. Altro intervento con la partecipazione del privato sarà quello in via Bixio dove il proprietario potrà realizzare un edificio attrezzando la restante parte dell’area a verde pubblico e parcheggi pubblici in superficie ed interrati che andranno ad integrare quelli già esistenti sotto la Scuola “Marchegiani”.

“Tra l’altro – spiega l’assessore Canducci – le opere previste in quest’ultimo ambito e la riqualificazione delle strade costituiranno il necessario completamento dei lavori di sistemazione delle strade del Paese alto: Si ricomincerà infatti da via del Consolato dove termina l’intervento appena concluso con i finanziamenti del Ministero dell’Ambiente mentre l’intervento in via Bixio “regalerà” ulteriori 20/ 25 posti auto di libera fruizione a servizio del vecchio incasato”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 178 volte, 1 oggi)