MARTINSICURO – Il tendone al centro delle polemiche e da cui è scaturito l’esposto del vice-comandante De Santis sarebbe di proprietà della Croce Verde – Anpas e le feste organizzate all’interno (e oggetto della segnalazione con una serie di foto prelevate da Facebook) rientrerebbero nell’ambito delle attività socio-ricreative previste nello statuto dell’associazione stessa. Si tratterebbe, dunque, di una struttura privata. Uno scenario che, qualora confermato, farebbe cadere le accuse presenti nell’esposto presentato da De Santis nei confronti dell’assessore al Sociale e presidente della Croce Verde Marcello Monti il quale, per ora, preferisce non rispondere al vice-comandante, rimandando a tempo debito gli esaustivi chiarimenti, molto probabilmente con un comunicato stampa.

La vicenda però, di cui sono stati interessati per conoscenza numerosi enti, e che ha portato subbuglio a Martinsicuro, pare sia destinata a proseguire a suon di carte bollate, in quanto l’assessore al Sociale ha deciso di difendere e chiarire la propria posizione dalle accuse mosse nei suoi confronti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 527 volte, 1 oggi)