SAMB: Di Vincenzo, Bordi, Nicolosi, Marini, Oretti, Mengo, Napolano, Carteri, Pazzi, Di Vicino, Carpani. A disposizione: Zenga, Ianni, Cuccù, Tidiane Guing, Puglia, Donzelli, Zazzetta. Allenatore Palladini.

ATLETICO TRIVENTO: Celi, Sabella, Ligorio, Corradino, Varchetta, Minadeo, Di Vito, Tammaro, De Stefano, Bernardi, Guglielmi. A disposizione: Straface, Caruso, Leccese, Fusaro, Siciliano, Monti, Aquaro. Allenatore Massimo Agovino.

ARBITRO: Davide Andreini di Forlì

ASSISTENTI: Luca Margini di Reggio Emilia e Gaetano Mari di Parma.

NOTE: cielo velato, temperatura circa 9° C, prato in discrete condizioni. PResenti circa trenta tifosi del Trivento. Samb ancora con maglie biancoverdi, mentre gli ospiti hanno una divisa gialloazzurra (a questo punto è qualcosa di scaramantico, forse).

PRIMO TEMPO

Si inizia con la Samb che attacca verso la Curva Sud, dove c’è la sparuta rappresentanza di tifosi ospiti. “Scatta travolgi vinci” è lo striscione apparso tra i tifosi rossoblu. Circa 2.500 gli spettatori. Samb che conferma lo schema 4-3-3 con gli stessi giocatori impiegati nelle ultime gare del 2011, concluso con sei vittorie consecutive.

5′ Avvio di gara privo di sussulti, con l’Atletico che ha anzi più possesso palla.

8′ Bella accelerazione di Napolano che recupera un lancio lungo e riesce a mettere al centro, superando Celi, ma poi l’intervento di Pazzi viene evitato sulla linea da un rinvio disperato.

9′ Di Vicino tenta la conclusione ad effetto su calcio di punizione dai 30 metri quasi, ma il tiro ha traiettoria centrale.

12′ Pressing degli ospiti con De Stefano che arriva al tiro al volo, di sinistro, ma la traiettoria è alta.

Qualche svarione difensivo della Samb, fortunatamente senza conseguenze. Napolano, invece, sembra in forma esplosiva.

19′ Gara che non decolla, gioco molto frastagliato.

21′ Rischia tantissimo la Samb: difesa impreparata e tagliata da un traversone da sinistra, palla a Di Vito che dal fondo rimette dietro dove Guglielmi gira prontamente verso la porta, Di Vincenzo battuto ma Mengo riesce a respingere in tuffo la palla sulla linea.

23′ Mentre da Civitanova arriva la notizia del vantaggio dei padroni di casa sulla capolista Teramo, ecco che Napolano calcia una punizione, da destra, per fallo su Di Vicino. La difesa ospite resta immobile sperando in un fuorigioco che però non c’è: palla al centro, Carteri non arriva a deviare ma poi dietro di lui ecco Marini che, tutto solo, infila all’angolo basso. 1-0, e provvisoriamente -4 dalla capolista.

26′ Sulle ali di Napolano, che si beve tutti sulla sua fascia, arriva in fondo ed effettua perfetto retropassaggio per Pazzi, che gira di prima, di sinistro: la palla colpisce la parte esterna dell’incrocio dei pali.

28′ Episodio controverso. Marini probabilmente tocca il pallone con la mano, proprio al limite dell’area di rigore, lato esterno. L’arbitro si consulta con il guardalinee per valutare se il tocco è avvenuto dentro o fuori l’area di rigore. Alla fine decide per un calcio di punizione, nel frattempo vengono ammoniti Marini, e Varchetta.

37′ Nuova fiammata della Samb che si sta reggendo su Carteri e le accelerazioni brucianti di Napolano, che dribbla il solito paio di avversari sulla fascia e poi serve Pazzi che vince un “triplice” contrasto e giunge al tiro dal limite, palla alta.

41′ Rischia ancora la Samb a seguito di una prolungata azione degli ospiti: cross di Di Vito da destra, mucchio sul primo palo poi palla che “salta” a centro area, dove De Stefano tenta la deviazione al volo, palla alta grazie al contrasto di Bordi.

42′ Ammonito Bernardi per proteste.

42′ Ancora pericolosissimo il Trivento: Di Vincenzo esce ma non recupera il pallone, ancora De Stefano ne approfitta e calcia verso la porta sguarnita ma Di Vincenzo è bravo a recuperare e tuffandosi coi piedi manda in calcio d’angolo.

45′ Calcio d’angolo per il Trivento, Mengo si oppone ad un tiro del solito Di Stefano. La difesa è un po’ troppo larga.

46′ Ci prova Carpani con un tiro a girare, sul secondo palo, Celi blocca in volo.

2 minuti di recupero.

COMMENTO PRIMO TEMPO Una partita strana, che la Samb vince ma che nasconde molte insidie. Napolano sembra di un altro pianeta, ad ogni modo, e converrebbe giocare su di lui il più possibile. Intanto la Civitanovese ha raddoppiato sul Teramo, che sta rischiando la seconda sconfitta consecutiva. La vittoria sarebbe quindi importantissima, da difendere ad ogni costo. Al momento la classifica vede il Teramo a 42 punti, Civitanovese 39, Samb e Ancona 38.

SECONDO TEMPO

11′ Avvio di gara equilibrato, senza particolari pericoli per i due portieri.

12′ Rischia un poco ora la Samb, lasciando troppo spazio per la conclusione dal limite di Bernardi, comunque fuori rima.

13′ Fra gli ospiti primo cambio: esce Di Vito, entra Aquaro.

14′ Pericolosissimo il Trivento: lancio lungo per Bernardi, che buca la retroguardia rossoblu, ma al momento del tiro riceve una spinta alle spalle da Marini. Forti proteste degli ospiti che reclamano il calcio di rigore.

18′ Altro cambio: esce Corradino, entra Siciliano.

20′ Ammonito Sabella per fallo su Napolano.

21′ Ancora Napolano sulla destra, azione prolungata poi tiro improvviso col destro, Celi para.

22′ E arriva il pareggio. Difesa rossoblu che soffre sulla corsia destra, palla al centro e De Stefano a porta vuota appoggia in rete. 1-1

23′ Entra Puglia al posto di Oretti. Per il centrocampista una prova luci ed ombre. Intanto la curva sostiene a gran voce la Samb.

25′ Rischia ancora la Samb. Errore di Di Vincenzo regala un angolo agli ospiti, poi una pericolosa mischia fortunatamente sventata.

29′ Terzo ed ultimo cambio per i gialloblu: Minadeo esce, al suo posto Fusaro.

33′ Carpani esce, al suo posto Cuccù.

34′ Puglia salta due avversari sulla destra, mette anzi il turbo e li lascia “a piedi”, arriva al cross in area, respinto, palla a Di Vicino che blocca col petto e calcia di sinistro, palla infilata all’angolino, 2-1. Al Riviera delle Palme salta il tappo!!!!

37′ Ancora Puglia imprendibile sulla fascia, reclama il rigore, Carteri calcia di prima sull’esterno della rete.

40′ Donzelli al posto di Pazzi

44′ Cuccù per Napolano sulla sinistra, il numero sette si accentra e tenta il tiro sul secondo palo, Celi blocca in tuffo

5 minuti di recupero. Ora (47′) c’è una punizione per gli ospiti. Ammonito intanto Carteri.

48′ Napolano manda in angolo. Minuti di apprensione.

E’ finita, la Samb vince anche se ci sono momenti di tensione per un gesto di stizza dell’allenatore ospite Agovino, che genera i fischi della tribuna e qualche parola di troppo.

A Civitanova, Civitanovese 3 Teramo 1. L’Ancona vince a Città Sant’Angelo: la classifica di testa: Teramo 42, Ancona 40, Civitanovese 39 e Samb 38

La curva canta “tutti a Pesaro”, dove la Samb giocherà domenica prossima.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 3.365 volte, 1 oggi)