ORE 18:30 Ora è anche ufficiale: il cadavere trovato nella mattina del 7 gennaio sugli scogli di Bari è di Roberto Straccia: gli esami sul corpo senza vita hanno confermato le impressioni iniziali. Di sotto l’articolo che avevamo scritto stamane. Secondo quanto scrive La Repubblica Bari, anche se i genitori non hanno riconosciuto il volto del giovane, sfigurato dal mare, hanno riconosciuto come suoi gli abiti che aveva indosso nel momento della sua scomparsa.

BARI – Un cadavere di un uomo è stato trovato questa mattina sugli scogli che proteggono la spiaggia di Bari. Al momento sono in corso gli esami autoptici ma dalle prime impressioni sembra che potrebbe trattarsi di Roberto Straccia, il giovane di 24 anni di Moresco (provincia di Fermo) che è scomparso inspiegabilmente lo scorso 14 dicembre, da Pescara, dove studiava.

Gli indizi farebbero pensare a Roberto Straccia a causa degli indumenti trovati indosso al cadavere: un k-way azzurro, scarpe da ginnastica grige e pantaloncini rossi, gli stessi insomma che il povero Roberto indossava nella sera del 14 dicembre, quando era uscito dal suo appartamento universitario per uno jogging serale

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 7.267 volte, 1 oggi)