SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sette punti, quattro squadre, e domenica 8 gennaio si riparte per la seconda metà del campionato. La rimonta della Samb ha fatto sì che il girone di ritorno si apra in maniera completamente diversa rispetto al 2011: si presterà dunque molta attenzione ai “risultati degli altri campi”, come si suol dire.

La Samb riprende a giocare in casa, contro l‘Atletico Trivento, formazione partita benissimo in campionato ma poi distaccata appunto dal gruppo delle migliori. Sulla carta i rossoblu sono favoriti, ma l’avversario è ostico e lo si è visto all’esordio di campionato.

Ma la partita della giornata è Civitanovese-Teramo. Alla prima di campionato i ragazzi di Cornacchini bloccarono i favoriti biancorossi, che poi, da quel pareggio casalingo, presero però il volo, fermato d’altronde solo nelle ultime tre giornate (4 punti). Il Teramo comanda la classifica, la Civitanovese precede la Samb di un punto (è a meno sei dagli abruzzesi): forse sulla carta è la formazione meno accreditata alla vittoria finale ma è anche la più regolare tra tutte. Non può permettersi un passo falso in questo e negli altri scontri diretti, mentre una vittoria dei rossoblu marchigiani manderebbe il Teramo in confusione nervosa.

Gioca in trasferta anche l’, nel campo comunque agevole della Renato Curi: la formazione dorica spera naturalmente di bissare la vittoria dell’ultima giornata con il Teramo e approfittare di buone notizie da Civitanova. La squadra c’è ma il nervosismo dell’ambiente dorico potrebbe giocare brutti scherzi. Solo le vittorie in queste occasioni sono in grado di coprire tutte le crepe.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 672 volte, 1 oggi)