TORTORETO – Pubblicizzava su internet bellissimi appartamenti vista mare a Tortoreto dove trascorrere le vacanze estive, ma gli immobili erano in realtà solo specchietti per le allodole.

E’ stato denunciato per truffa aggravata continuata S. Z., un 37enne di Visso (Macerata) pregiudicato con precedenti per truffa.

L’uomo, a primavera 2011, aveva iniziato a pubblicizzare su un sito internet degli appartamenti di Tortoreto da affittare per le vacanze estive. Alle persone che chiamavano per chiedere informazioni si mostrava piuttosto cordiale e competente, offrendo descrizioni accurate degli interni e promettendo un servizio ineccepibile. Si faceva poi pagare la caparra, che variava dai 300 ai 500 euro, ma quando i turisti arrivavano a Tortoreto  per trascorrere un periodo di vacanza si trovavano di fronte ad un’amara sorpresa. Gli appartamenti pubblicizzati sul sito esistevano, ma non avevano nulla a che fare con il sedicente agente immobiliare: erano infatti abitati dai legittimi proprietari oppure già affittati ad altre persone, ed erano stati semplicemente utilizzati come “esca” sul sito per far abboccare i clienti. Il truffatore, con questo sistema, è riuscito a mettere da parte un bottino che si aggira tra i 10 e i 12mila euro, raggirando una trentina di persone. Sono così iniziate a fioccare le denunce, molte delle quali presentate dai turisti una volta rientrati nella città d’origine e passate successivamente per competenza ai Carabinieri di Tortoreto.

Le indagini, coordinate dal capitano Pompeo Quagliozzi del Comando di Alba Adriatica, sono iniziate a fine estate 2011, e si sono concentrate sui movimenti bancari e postali inerenti i pagamenti delle caparre, poiché l’uomo si faceva pagare attraverso alcune carte postepay o con bonifici bancari. Dai controlli incrociati effettuati con le banche e gli uffici postali si è risaliti al truffatore, per il quale è scattata la denuncia. L’uomo però al momento si è reso irreperibile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 699 volte, 1 oggi)