GROTTAMMARE – Taglia e cuci. La crisi economica, i tagli, le riforme, le manovre e i propositi per il nuovo anno hanno portato l’amministrazione del Comune di Grottammare a incontrare la stampa, nella mattinata nel 4 gennaio per parlare di cosa si è fatto nel 2011 e di cosa si farà per il 2012.

Lungo il commento di apertura del sindaco Luigi Merli: “È presto per incontrarsi e parlare di bilancio visto lo scenario nazionale al quale stiamo assistendo. Siamo in balia degli eventi. Il 2011 però è stato molto difficile, ma nonostante questo abbiamo retto bene. Voglio citare la realizzazione del primo tratto del lungomare, la conclusione del velocissimo iter dell’area ex Ruffini – che ripeto, è a zero aumento volumetrico – con concessione del lotto per la costruzione della grande opera Anima, il parco fluviale che sarà realizzato sempre all’interno della lottizzazione. Voglio ricordare che non si ha nessun rischio Pai (piano assetto idrogeologico) in quella zona del torrente Tesino, come affermato da Maria Grazia Concetti. Non dovrei nemmeno commentare queste affermazioni prive di fondamento. Grottammare avrà sicuramente un cambiamento importante nei prossimi anni”.

Il primo cittadino dopo le analisi su cosa la sua amministrazione ha prodotto, si è soffermato su quello che sarà fatto, affermando: “Avevamo il bilancio pronto e in pareggio, prima della nuova manovra Monti. Per questo motivo noi e altri comuni hanno inviato delle domande chiarificatrici al ministero e all’Anci riguardo l’applicazione dell’Imu (Imposta municipale unica, nata in sostituzione dell’Ici). Non ci sarà alcun aumento di costi per i servizi. Se ci sarà un aumento dell’Imu, si effettuerà alle seconde case sfitte da più di due anni, anche in virtù della regolamentazione di coloro che non denunciano la presenza di inquilini nei propri appartamenti”.

Se nell’anno 2011 il Comune di Grottammare ha dovuto rispettare il patto di stabilità con un disavanzo pari a 800mila, per l’anno 2012 lo stato richiederà sempre un pareggio, ma in cassa dovrà essere depositato ben 1milione e 500mila euro di avanzo primario.

“Nel 2011 abbiamo pareggiato – afferma l’assessore al Bilancio Alessandro Rocchi – 800mila euro sono fermi. Ricordiamoci che sono soldi che i Comuni non possono spendere”.

Per quanto concerne invece il comparto Cultura e Turismo, a prendere la parola è stato l’assessore Enrico Piergallini: “Abbiamo ridotto al 40% le spese ma abbiamo mantenuto i principali eventi. Grottammare non si è privata della cultura. Siamo riusciti a presentare il Cabaret Amore mio, la stagione teatrale, abbiamo conseguito il titolo onorifico di città, presto ci sarà l’inaugurazione dell’archivio storico, anche in virtù della grande storia grottammarese e gli importanti festeggiamenti per il 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia. Senza dimenticare la grande Sacra Giubilare. Il futuro sarà quello di formare i cittadini, piccoli eventi ma formativi”.

Intervenuto anche l’assessore all’Urbanistica, Marcello Capriotti: “Nell’anno 2011 abbiamo ricevuto 128 pratiche nel settore urbanistica, di cui 87 inerenti al piano casa. La maggioranza si riferisce soltanto a ristrutturazioni di complessi già esistenti, soltanto tre le richieste per nuovi edifici. In totale abbiamo riscosso 685mila euro di Bucalossi (norme relative all’edificabilità dei suoli). Ringrazio, inoltre, tutti i ragazzi della Protezione Civile, sempre presenti e pronti nelle iniziative e nelle emergenze. Vi annuncio che entro quest’anno sarà aperta la nuova sede della Protezione Civile, sita nei pressi della Piazza della stazione”.

Infine l’assessore Stefano Troli ha comunicato che presto ci sarà consegna dei nuovi loculi cimiteriali e in campo sportivo la realizzazione di un nuovo campo da calcio al coperto.

L’incontro si è concluso con l’intervento dell’assessore alle Politiche giovanili, Daniele Mariani che, si è ritenuto soddisfatto per le iniziative e gli obiettivi del 2011: “Per l’anno 2012 voglio annunciare che presto saranno consegnati i dodici alloggi (edilizia agevolata) alle famiglie che hanno superato la graduatoria. Porteremo avanti dei progetti che hanno riscosso successo nel 2011 e con rammarico riscontriamo che nessuno si è reso disponibile a sponsorizzare gli scuolabus (nell’anno 2011 si era proposta la sponsorizzazione in previsione di abbattere i costi  di trasporto alle famiglie). La buona notizia è che abbiamo finito di pagare uno di questi e, presto, ci affretteremo a cambiare quello dell’anno 1979 – monitorato e in perfette condizioni – con uno nuovo”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 254 volte, 1 oggi)