MARTINSICURO – Il comandante della Polizia Locale Vincenzino De Santis è stato sostituito dal suo ruolo dalla giunta Di Salvatore. Il provvedimento è arrivato inaspettato e ha suscitato molto clamore a Martinsicuro. De Santis, inquadrato nell’organico come vice-comandante, ricopriva la carica di comandante da 7 anni e mezzo, con un incarico fiduciario in quanto il ruolo non era previsto nell’organico del municipio truentino (solo negli ultimi tempi l’amministrazione ha deciso di provvedere con il relativo bando, ancora da predisporsi).

De Santis è stato sostituito da Rinaldo Capanna, inquadrato come specialista di vigilanza, che guiderà l’ufficio fino alla conclusione della selezione in corso. Cosa ancor più eclatante, De Santis è stato sostituito anche come vice, posizione ottenuta con un concorso vinto nel 1999 e che ora ricoprirà Domenico Falone. Un incarico pertanto, a detta dell’ex comandante, che non poteva essere rivisto dal sindaco Di Salvatore e sul provvedimento De Santis annuncia già battaglia.

La notizia della rimozione è stata accolta dal dirigente con molta sorpresa, in relazione del fatto che fino agli ultimi giorni del 2011 si è relazionato con il sindaco Di Salvatore per le attività quotidiane di polizia, e nulla faceva sospettare quanto invece è successo. “L’ultima volta che ci siamo visti, di fronte a diverse persone ha parlato esplicitamente di programmare alcune attività per l’anno nuovo, per cui ora questa decisione arriva per me del tutto inaspettata”

La rimozione di De Santis ha rinfocolato le voci che già circolavano da molto tempo a Martinsicuro su presunti attriti tra l’ex comandante ed alcuni componenti dell’amministrazione (nel 2010 aveva dato le dimissioni da dirigente, poi respinte dalla giunta,  per alcuni contrasti inerenti degli accertamenti urbanistici).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 728 volte, 1 oggi)