MONTEPRANDONE – “Un panettone in meno, un amico in più”. Torna per la terza volta a Monteprandone l’iniziativa voluta dall’amministrazione comunale e dall’associazione missionaria “La Croce del Sud, per sostenere le adozioni a distanza in Brasile. Sono sette i bambini di Breves, che grazie a questo progetto potranno ricevere per un anno intero accoglienza, vestiti, medicine, istruzione e materiale didattico. Nella città dell’Amazzonia vivono almeno 80 mila bambini, in condizioni di estrema povertà, mangiando ogni due-tre giorni, senza acqua da bere (se non quella del fiume) e spesso senza una famiglia. Il Comune di Monteprandone ha così deciso di rinunciare a donare il tradizionale panettone natalizio agli alunni e di procedere con l’adozione di sette bambini, uno per ogni plesso scolastico.

La consegna nelle classi della scheda di adozione e delle letterine inviate dai bambini adottati ai loro nuovi compagni è avvenuta in occasione dell’ultimo giorno di scuola. Ai più piccoli, presso l’asilo di Colle Gioioso le letterine provenienti dal Brasile sono state consegnate da Babbo Natale aiutato dal sindaco Stefano Stracci, dalla dirigente della Direzione didattica Stefania Marini e dall’assessore alle Politiche sociali Giacinta Maoloni.

“E’ impressionante – dichiara la Maoloni – come questa iniziativa coinvolga gli alunni. In questo modo, anche i più piccoli, comprendono il vero spirito delle feste natalizie. Tornano a casa con la foto e la lettera di un nuovo amico, più sfortunato, e sono consapevoli che, grazie alla Croce del Sud ,questi bambini potranno vivere una vita migliore”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 368 volte, 1 oggi)