GROTTAMMARE – “Shopping solidale” per dare una mano alle famiglie in difficoltà. È stato siglato l’accordo fra l’alimentare Arcobaleno di via Castelfidardo e l’Amministrazione comunale di Grottammare con previsione futura di poter allargare la rete della solidarietà cercando di stringere collaborazioni con tutte le imprese commerciali de territorio.

L’idea è nata all’interno degli uffici comunali dei Servizi Sociali che sono incaricati in prima persona di far ricevere alle famiglie i prodotti raccolti. L’iniziativa servirà a integrare il servizio del Banco Alimentare a cui i Servizi Sociali già si affidano regolarmente, ogni quindici giorni, per sostenere le famiglie in carico con la consegna di derrate alimentari.

“Per quanto riguarda la tipologia dei prodotti da raccogliere – fanno sapere dall’ufficio Servizi Sociali – ci si può orientare su generi alimentari a lunga conservazione, oppure, su prodotti per l’igiene della persona, in particolare per la cura dei bambini”.

Soddisfatto dell’iniziativa l’assessore Daniele Mariani: “Partiamo con un’esperienza pilota in un piccolo punto vendita del centro perché pensiamo che la piccola distruzione sia una realtà dove è possibile fare una comunicazione più diretta con la clientela e dove appunto il coinvolgimento dovrebbe essere favorito. Lo straordinario servizio del banco alimentare”, in questo momento di crisi, ha bisogno di essere supportato, ringrazio pertanto, la nostra assistente sociale Matilde Capretti e le sue colleghe per lo spirito di iniziativa e i titolari dell’Alimentari Arcobaleno per la pronta e fattiva collaborazione. Con questo, colgo l’occasione per lanciare un appello a tutte le attività commerciali del territorio affinché sia possibile la creazione di una grande rete di solidarietà. Vista la concomitanza delle festività natalizie ci piace pensare a questa iniziativa come all’offerta di un dono, sebbene non poniamo a questo progetto nessun termine temporale”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 113 volte, 1 oggi)