SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Cena di Natale al Calabresi venerdì sera per il Circolo Nautico insieme a 180 presenti, tra soci e familiari.
Durante la cena sono stati ringraziati i soci Giacinto Bretti di Roma e Roberto Marchionni, che recentemente hanno spento un principio di incendio ad una barca. Inoltre sono stati salutati i familiari (soci) di Nazzareno Zaini, il 38enne morto recentemente in bici. Erano presenti Aldo Sabatucci presidente provinciale del Coni e il sambenedettese Giuseppe (Pino) Barbieri, consigliere nazionale Fiv (Federazione italiana vela), oltre ai ragazzi delle squadre agonistiche categorie “optimist”, “laser” e “420”, con l’allenatore Nicolas Antonelli.
Ogni anno si iscrivono al circolo 5 o 6 soci da Roma, che preferiscono fare riferimento a San Benedetto, piuttosto che ai circoli laziali. Il “nucleo romano” è ormai un gruppo importante, oltre a quelli di San Benedetto e di Ascoli (gli ascolani sono tra i soci fondatori, il Circolo ha 43 anni di vita).
Il Circolo Nautico ha 600 iscritti e 450 barche (la differenza è dovuta al fatto che ogni barca dà “diritto” ad iscrivere un diverso numero di soci in base alla lunghezza: 1, 2 o 3 soci). Ci sono anche circa 50 soci che non hanno una barca, perché in fondo il Circolo svolge anche una funzione tipo “Circolo cittadino”, e la “socialità” e le iniziative svolte nel corso dell’anno attirano iscritti anche da Porto San Giorgio. Quota di iscrizione al Circolo e costo dello “spazio acqua” sono tra i più bassi d’Italia. La quota di iscrizione è di 235 euro a persona all’anno; il costo dello spazio d’acqua varia tra 400 e 3 mila euro all’anno.
Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 198 volte, 1 oggi)