PESCARA – Proseguono a Pescara, da parte dei carabinieri, le ricerche del 24enne scomparso da mercoledì pomeriggio. Si chiama Roberto Straccia, è originario di Moresco ma studia e vive a Pescara. E’ iscritto al corso di laurea di Mediazione linguistica e comunicazione interculturale ed è in regola con gli esami. E’ un ragazzo “a posto, una persona solare”, dicono gli amici.

Sono stati loro, mercoledì pomeriggio, a lanciare l’allarme ai carabinieri. Hanno riferito che Roberto è uscito di casa, in via Teofilo D’Annunzio, alle 14:45, per andare a correre sul lungomare, in direzione Montesilvano, partendo dal porto turistico e per arrivare fino alla Nave di Cascella e tornare indietro. Lo hanno ripreso (di spalle) le telecamere proprio nei pressi della nuova sede in costruzione della Guardia di Finanza, sul lungomare Sud di Pescara. Indossava giubbino azzurro e pantaloncini rossi (con una banda bianca) e un cappello nero (stesso colore delle calze). Aveva con sè solo le chiavi del portoncino di casa, tutto il resto l’ha lasciato nel suo appartamento.

Gli amici chiedo a “chiunque lo abbia solo visto” di avvisare i carabinieri e stanno diffondendo attraverso un volantino la foto del giovane e l’immagine ripresa dalla telecamera. I carabinieri hanno allertato anche la Capitaneria di Porto e chiesto l’intervento dell’Unità cinofila di Chieti.
A Pescara è arrivato il padre.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.565 volte, 1 oggi)