GROTTAMMARE – Anniversario dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Mai come quest’anno sono tornati in auge i personaggi che si sono contraddistinti durante il Risorgimento,  momento in cui dal nostro Paese partì una ventata di libertà che  si propagò per tutta l’Europa. Cavour, Garibaldi, Mazzini, Cristina Trivulzio di Belgioioso, Virginia Oldoini meglio conosciuta come la contessa di Castiglione.

Esiste però anche un Risorgimento dimenticato dalla storia e dagli storici. Non d’élite, ma si massa.

Marco Severini, docente dell’Università di Macerata, il 15 dicembre alle ore 21:30, nella sala conferenze della biblioteca comunale “Mario Rivosecchi” analizzerà e spiegherà, attraverso la ricostruzione di percorsi di vita, vicende, scritti e avvenimenti, un Risorgimento realizzato non solo con conquiste e battaglie, ma tramite libri, giornali, riforme scolastiche e processi educativi.

Piccolo, profondo Risorgimento” è il titolo del libro dello storico e si apre con l’esigenza fondamentale per ogni cittadino, quanto mai attuale, di adempiere ai propri doveri segnalata da Giuseppe Mazzini.

Introduce Giarmando Dimarti. Ingresso libero.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 108 volte, 1 oggi)