MARTINSICURO – Esce di casa dove era stato obbligato a restare dal magistrato in quanto sottoposto a regime di sorveglianza speciale, si ubriaca, va al bar e sferra un pugno al volto dell’esercente che non voleva dargli da bere. M.L, uno zingaro di 33 anni, è stato denunciato dai carabinieri per lesioni personali ed evasione. Il rom era sottoposto a sorveglianza di pubblica sicurezza con l’obbligo di restare a casa in determinati orari di giorno e di notte.
Invece, l’uomo se n’è andato a spasso fino ad arrivare già ubriaco in un bar di Martinsicuro. Al rifiuto del barista di servirgli un drink in quanto visibilmente alticcio e barcollante, lo zingaro lo ha colpito con un pugno al volto, provocandogli un taglio ed una prognosi di 10 giorni. L’uomo è stato poi rintracciato dai Carabinieri e denunciato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 890 volte, 1 oggi)