SAN BENEDETTO DEL TRONTO – “Tassa di soggiorno? Ripensiamoci”. Il messaggio arriva dalla Confindustria di Ascoli Piceno, in seguito ai provvedimenti che il presidente del Consiglio, Mario Monti, si appresta a mettere in campo. “Alla luce di ciò che sta accadendo a livello nazionale con la manovra economica, sarebbe il caso di riflettere bene”.

Bruno Bucciarelli, responsabile provinciale dell’associazione industriale, non fa polemica. Il suo è un avviso oggettivo, legato al contesto: “L’imposta sarebbe mirata ad ottenere investimenti in campo turistico, tuttavia consiglierei di sedersi ad un tavolo e fare dei conti. Sono entrate in ballo nuove tasse, prima di inserirne una nuova meditiamo”.

In tal senso, a detta di Confindustria il Comune si avvantaggerebbe già degli introiti legati all’Imu sulle prime e seconde case: “Ne vale ancora la pena? Si usi la calcolatrice e solo dopo si prendano nelle decisioni definitive”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 150 volte, 1 oggi)