MONTEPRANDONE – L’acqua dell’asilo di via Collegioioso non si può bere, per il momento. Lo vieta un’ordinanza del sindaco emanata il 29 novembre scorso in seguito alla comunicazione dell’Asur di San Benedetto. Tramite uno dei controlli periodici effettuati dall’Azienda Sanitaria sulla scuola materna di Centobuchi, con le conseguenti analisi di laboratorio effettuate dall’Arpam di Ascoli Piceno, è emerso che l’acqua erogata dall’asilo non è adatta al consumo alimentare in quanto contaminata.

Per ovviare al disservizio, l’amministrazione ha rifornito la scuola con bottiglie di acqua minerale, servita in tutte le classi, mentre taniche di acqua potabile sono state distribuite al personale della cucina per preparare i pasti della mensa.

Intanto, il 5 e 6 dicembre scorsi l’Asur ha provveduto alla manutenzione e disinfezione delle tubature idriche. “Dai nuovi prelievi effettuati dopo la disinfezione attendiamo di sapere dall’Asur se l’acqua dei rubinetti è di nuovo potabile o meno, in modo da poter ripristinare il prima possibile il servizio”, ha spiegato la vicepreside della Direzione didattica di Collegioioso Elena Cantalamessa. “Prima di questo controllo, tuttavia, non si sono  riscontrati problemi sulla salute dei bambini”, assicura. Nessun allarmismo, dunque.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 561 volte, 1 oggi)