SANT’OMERO – E’ fuori pericolo la donna di etnia cinese residente ad Ancarano in coma diabetico da domenica, dopo che falsi esperti di medicina cinese, suoi connazionali, le avevano somministrato quattro flebo di soluzione glucosata. La donna, ricoverata in rianimazione nell’ospedale di Sant’Omero, dopo essere uscita dal coma è stata trasferita nel reparto di Medicina.
Sul caso indaga la procura di Teramo che ha nominato un consulente farmacista per stabilire qualità e tipologia dei medicinali sequestrati e quelli somministrati alla paziente dal finto medico di 46 anni e dalla sua assistente di 43, entrambi indagati per esercizio abusivo della professione medica in concorso e lesioni dolose gravi. Il finto medico e la sua collaboratrice svolgevano prestazioni mediche in un appartamento di via Delfico ad Alba Adriatica poi sequestrato.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 130 volte, 1 oggi)