SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Stavolta la Spada di Damocle è proprio sul collo degli imprenditori balneari, che oramai ne sentono la fredda lama. Il 7 dicembre gli Imprenditori Turistici Balneari terranno un convegno dal titolo “Il nostro futuro tra l’Europa e l’Italia a difesa delle imprese balneari”, alle ore 16:30 nella Sala Smeraldo dell’hotel Calabresi.
Dopo la manifestazione del mese di novembre, arrivata fino alle porte della Commissione Europea a Bruxelles, dopo le tensioni manifestate dall’intera categoria durante la Fiera Sun di Rimini, le notizie sono virate improvvisamente al peggio. “Il 30 novembre scorso l’Italia ha approvato la legge comunitaria 2010 che di fatto ha azzerato tutta la legislazione nazionale che regolava e dava certezze al settore turistico balneare con penalizzazioni definitive riportate nell’articolo 11 dove si ribadisce l’evidenza pubblica per le concessioni demaniali senza equo indennizzo a partire dal 2016 – spiega il presidente dell’Itb Giuseppe Ricci – A quel punto si apriranno le porte alle holding, multinazionali e riciclatori di ogni genere, con la fine del ‘made in Italy’ nel settore da noi creato e sviluppato a beneficio dell’economia locale e nazionale”.

Itb invita tutta la categoria dei balneatori per questo importante appuntamento, “per compattarsi e trovare le contromisure da sottoporre al governo nazionale affinché non avvenga questa assurdità che noi abbiamo definito ‘la rapina del secolo’: se vogliamo salvare le nostre imprese è necessario partecipare”.

Ricci lancia anche un “appello accorato a tutta la politica ad ogni livello, adesso è il tempo di dimostrarci che il nostro voto è servito ad eleggere uomini decisi a difendere i diritti di chi si è creato un posto di lavoro e dato lavoro con i nostri investimenti”. Un appello anche “a tutta la politica ad ogni livello: adesso è tempo di dimostrare che il nostro voto è servito ad eleggere uomini decisi a difendere i diritti di chi si è creato un posto di lavoro e che oggi non ha idea di come arrivare al 2016. Rivendichiamo un deciso intervento per la nostra categoria che da sempre lavora onestamente e senza chiedere mai nulla, preoccupandoci di salvaguardare la vita e la vacanza di quanti scelgono il mare per la propria vacanza”.

Tra i politici che interverranno al convegno, la senatrice toscana del Partito Democratico Manuela Granaiola e l’onorevole ascolano dell’Udc Amedeo Ciccanti.

Dopo il convegno l’Itb realizzerà la sua consueta cena di fine anno tra tesserati e simpatizzanti, sempre all’hotel Calabresi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 211 volte, 1 oggi)