dalla sala stampa in tempo reale

PALLADINI Siamo riusciti a vincere anche questa partita, difficile, contro una squadra non bene in classifica ma che contro le grandi ha sempre fatto bene. Nel primo tempo abbiamo sofferto, poi nella ripresa ci siamo messi a quattro davanti, soprattutto con l’ingresso di Puglia le cose sono cambiate. Carteri è un giocatore importante, ci può dare una mano specie migliorando di condizione. Non era facile.

Ho sostituito Voinea perché Cremona è una punta centrale, mentre Voinea è più un giocatore di fascia. C’è sempre da lavorare e migliorarsi, sotto il profilo del gioco andiamo a sprazzi, anche se non è facile andare sempre avanti. Partita meno facile del previsto, lo sapevamo e l’avevamo predicato, loro nel secondo tempo non hanno mai tirato in porta. Riprendiamo gli allenamenti domattina, poi martedì pomeriggio.

EPIFANI Nella ripresa abbiamo dovuto cambiare assetto dopo il vantaggio della Samb, scoprire un poco il centrocampo. La partita l’abbiamo preparata bene, sapevamo di incontrare una squadra forte, abbiamo cercato di ripartire ogni volta, abbiamo finito la partita con un 92 e un 94 che non avevano mai giocato. Il rigore penso sia dubbio, la palla è schizzata a forte velocità perché toccata dal difensore, poi a San Benedetto, sotto la curva dei tifosi, ci sta di prendere un rigore così. Dispiace che in un momento del genere, con tanti indisponibili, veniamo a San Benedetto e perdiamo su un rigore del genere.

PUGLIA Ci tenevamo a fare bene, ho anche provato a fare gol, è vero. Il rigore? Era netto, l’avversario mi ha toccato la gamba, nettamente. Il Teramo? Dobbiamo pensare a noi stessi, pensare partita per partita, aspettiamo la fine del girone di andata, già ad Agnone non sarà facile. Quando entro capita cambiare la partita? Forse dipende dalle mie caratteristiche, la velocità mi aiuta parecchio.

ORETTI Buone sensazioni, sapevo che era una piazza calda già da quando ero all’Ascoli. Non giocavo da fine maggio, sono stato due mesi fuori rosa a Salò, da settembre a metà ottobre, mi sono allenato con loro, poi a fine ottobre ho fatto la rescissione. Sono un centrocampista di impostazione, non solo centrale ma anche mezzala. Una buona Samb, loro hanno attaccato all’inizio, ma poi una buona Samb. Sono venuto per dare una mano alla squadra e spero che il mister mi faccia giocare il più possibile. Ho avuto Favo in Primavera, non mi aspettavo il suo esonero da secondo in classifica.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.335 volte, 1 oggi)