www.rivieraoggi.it/gas-plus: analisi costi/benefici centrale di stoccaggio

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tra i “benefici” riguardanti la realizzazione della centrale di stoccaggio Gas Plus all’Agraria di San Benedetto va annoverato sicuramente quello relativo all‘occupazione.

Come per gli impatti ambientali, il picco in questo caso si registra al momento della costruzione della centrale. Gas Plus stima l’impiego di 150 unità lavorative nei 20 mesi stimati per la perforazione dei pozzi e la realizzazione della struttura (150 è la cifra scritta da Gas Plus in due allegati del progetto, mentre in un altro parla di 200 come “valore massimo di picco”).

Durante il funzionamento della centrale invece si ha necessità di soltanto 6 lavoratori necessari “alcontrollo del corretto funzionamento degli impianti”.

Gas Plus a tal riguardo scrive: “La realizzazione della centrale avrà ricadute tendenzialmente positive sull’imprenditoria locale in quanto, nella fase di costruzione, si farà ricorso all’utilizzo anche di imprese locali presenti nei centri abitati più vicini. Inoltre, il personale operante all’interno del cantiere di lavoro rappresenterà una , durante tutte le fasi di costruzione della centrale e perforazione. Delle ricadute positive sull’economia locale beneficerà non solo il Comune di San Benedetto, ma anche i comuni limitrofi”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 819 volte, 1 oggi)