SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Ultimo appuntamento giovedì scorso a Porto d’Ascoli con il tris di assemblee del bilancio di previsione 2012 e pluriennale 2012 – 2014.

Molti i temi trattati e le domande della cittadinanza poste al sindaco Giovanni Gaspari, all’assessore alla mobilità Luca Spadoni, all’assessore Urbinati e ai consiglieri Morganti ed Evangelisti. Immancabile una richiesta di chiarimenti sulla questione dello stoccaggio del gas in zona Agraria sulla quale il sindaco stesso ha rassicurato i presenti: “Se un solo timore dovesse restare in piedi in merito al fatto che l’impianto possa provocare danni alla salute dei cittadini, sarò il primo a protestare nel quartiere Agraria. La salute è un bene non derogabile”.

Tra le altre questioni affrontate anche la dismissione del plesso scolastico di via Damiano Chiesa nell’ottica di una riorganizzazione complessiva degli istituti scolastici cittadini. “Le economie derivanti dalla dismissione otto plessi cittadini (l’infanzia di via Petrarca, la primaria Santa Lucia, la media di via Golgi, le succursali di viale De Gasperi e via Luciani, l’infanzia di via Togliatti, la primaria Ragnola, oltre a quello di Damiano Chiesa) permetteranno di realizzare nuove strutture polivalenti e di liberare risorse utili per mantenere tutti i servizi educativi”, ha affermato Gaspari.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 165 volte, 1 oggi)