SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Questa amore è una camera a gas, cantava Gianna Nannini. Ma anche la burocrazia e le procedure – legittime – puzzano ormai di gas metano, da queste parti. Il Movimento Cinque Stelle divulga infatti uno scambio di e-mail avuto con la Prefettura di Ascoli Piceno che dà conto delle indicazioni del funzionario della Regione Marche David Piccinini, responsabile della procedura di Valutazione Impatto Ambientale per la centrale Gas Plus di San Benedetto, dal quale si apprende con nettezza che la Regione Marche – per il tramite di Piccinini, contattato telefonicamente dalla Prefettura, “ha manifestato la propria disponibilità ad esaminare le osservazioni che perverranno sul progetto in argomento, tenuto anche conto che il Comune di San Benedetto del Tronto non ha espresso il proprio parere e che quello prodotto dalla Provincia di Ascoli Piceno necessita di chiarimenti”.

I tempi tuttavia sono strettissimi: il procedimento di Via, che fa capo al Ministero dell’Ambiente, si concluderà il 1° dicembre con l’incontro a Roma della “Commissione incaricata della istruttoria finale, che valuterà gli atti pervenuti ed i pareri espressi”, precisa la Prefettura in merito alla richiesta del Movimento Cinque Stelle, Comitato per la salute in Val Vibrata, Associazione Dalla parte giusta per la tutela del cittadino di posticipare i termini al 23 dicembre “considerata la non completa informazione fin’ora divulgata”.

“La Regione ha, altresì, evidenziato che i tempi del procedimento non sono ulteriormente allungabili, tanto che l’eventuale mancanza dei pareri degli enti interessati, Regione compresa, non determinerebbe un differimento dell’emanazione dell’atto finale suddetto, prevista – come detto – per gennaio 2012”.

Les jeux sont faits? Sembrerebbe proprio di sì, o quasi, almeno in riferimento alla Valutazione di Impatto Ambientale, con il Comune di San Benedetto del tutto assente dai “jeux” e la Provincia di Ascoli a metà strada.

Eventuali osservazioni tecniche devono essere indirizzate al Ministero dell’Ambiente ed alla Regione Marche ai seguenti indirizzi:

MINISTERO DELL’AMBIENTE, Direzione V.I.A., via Cristoforo Colombo n.44, ROMA;
REGIONE MARCHE, Posizione di Funzione Valutazione ed Autorizzazioni Ambientali, Via Tiziano n.44 60100 ANCONA.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 675 volte, 1 oggi)