SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Nuovo direttivo per il circolo di Rifondazione Comunista che ha eletto proprio segretario Gabriele Marcozzi. La scelta, avvenuta all’interno della riunione del circolo del 13 novembre scorso e successivamente alla Federazione provinciale, è accompagnata dall’approvazione all’unanimità della mozione nazionale che impegna il partito (comunque confluito nel contenitore della Federazione di Sinistra, assieme ai Comunisti Italiani ed altre forze) ad una rappresentanza di sinistra che abbia comunque l’obiettivo di trovare punti di accordo con gli altri partiti.

Prima di tutti Sinistra Ecologia e Libertà, naturalmente, ma anche Italia dei Valori e Partito Democratico. Su Sel, in particolar modo, c’è da far notare come alcuni dei “fuoriusciti” dal gruppo cittadino siano approdati a Rifondazione Comunista e facciano parte del direttivo comunale (tra cui Emilio Mercatili e Riccardo Rossi, candidati alle ultime elezioni). Mentre su un altro gruppo, quello del Movimento Cinque Stelle, Rifondazione lamenta la chiusura preconcetta a qualsiasi forma di collaborazione (“fino ad un mese fa ho cercato di trovare diversi terreni di impegno comune, così come sulla questione dello stoccaggio del gas, poiché anche le critiche devono essere fatte in un ambito di verità e non di propaganda”, spiega Primavera).

Il nuovo direttivo, ad ogni modo, è formato oltre che da Gabriele Marcozzi anche da Catia Venieri, Emilio Mercatili, Fosco Travaglini, Marcello De Angelis, Mirco Marcozzi e Francesca Cicciolla. Fosco Travaglini è il tesoriere. Presto verrà inaugurata una nuova sede comunale in via Metauro, a Porto d’Ascoli, “perché siamo e vogliamo essere un partito radicato in città e non semplicemente un gruppo di opinione”, spiega Marcozzi. “La nostra linea è quella comunque di trovare accordi ed estenderci anche al di là di chi abbia convinzioni marxiste, come abbiamo dimostrato nella lista presentata alle elezioni comunali”.

Daniele Primavera, ex consigliere comunale e candidato alle elezioni come sindaco, precisa che “non sono presente nel direttivo per favorire un rinnovamento e un coinvolgimento di forze nuove, ma naturalmente sono a disposizione del partito”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 699 volte, 1 oggi)