SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Per Natale San Benedetto e Porto D’Ascoli uniranno le loro forze per garantire un commercio che punti sulle tradizioni, le tipicità locali e la qualità.

La crisi può rendere sobrie le luminarie ma non per questo offuscarne la luce, anzi, quest’anno aumenteranno di quantità, che interesseranno dall’8 dicembre tutte le vie del centro, viale De Gasperi, via Laureati e via Mare. Ai commercianti spetterà l’affitto dei fili e l’istallazione, mentre al Comune l’elettricità consumata.

“Puntiamo molto alla riattivazione del settore del commercio” è il monito dell’assessore al Commercio Fabio Urbinati.

E lo fa affidandosi al lavoro del direttore dell’Ufficio Commercio, Claudio Salvi. Sono stati schedati tutti gli eventi per le voci organizzazione, partecipanti, periodo di svolgimento, orario spazio e stand.

Dal 4 dicembre all’Epifania tanti i mercatini che animeranno le vie della città a cominciare da “Tesori in Piazza” in piazza Matteotti.

“Abbiamo selezionato personalmente gli operatori – commenta Salvi – preferendo l’artigianato, i prodotti locali e premiando coloro che hanno proposto oggetti d’ingegno”.

Oltre all’aspetto squisitamente commerciale, nel periodo dell’anno a loro delicato non si potevano dimenticare i bambini. Tanti Babbo/Babbe Natali con caramelle, giocolieri ed artisti di strada per la gioia dei più piccini e perché no, anche delle loro mamme che potranno dedicarsi allo shopping natalizio più serenamente.

“Associazioni importanti hanno fatto richiesta di collaborare con questo cartellone perché lo ritengono interessante. Addirittura la Coldiretti”, commenta Pierfrancesco Morganti, presidente delle Attività Produttive.

Per un budget limitato al pagamento degli artisti di strada.

Novità infine per San Benedetto, che verrà dichiarata città turistica dalla Regione Marche entro il 31 dicembre: “Questo comporterà l’apertura dei negozi senza aver bisogno di alcuna delega da parte del Comune. Un commercio più libero. Diverso sarà da ora in poi l’atteggiamento del Comune nei confronti degli spettacoli viaggianti. Strutture tipo il circo e il luna park dovranno far fede agli impegni economici presi con l’Amminitrazione, (pena non essere riconfermati per l’anno successivo n.d.r) e in più dovranno aggiornare gli intrattenimenti” annuncia Urbinati.

L’assessore conclude con parole di speranza: “Bisogna animare il commercio sambenedettese, questo permette la promozione della città e il lavoro per tanti giovani. Con questo spirito abbiamo introdotto la fiera per la Festa della Marina del 2012.”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 893 volte, 1 oggi)