Riviera Oggi ha dedicato due numeri, l’895 e l’896, ad una intervista con Antonio Guastaferro, ripercorrendo tutta la vicenda personale dell’uomo

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La commissione aggiudicatrice presieduta dal sindaco Giovanni Gaspari e composta dagli ex sindaci di San Benedetto del Tronto e dai premiati delle precedenti edizioni ha designato per il premio Truentum 2011 l’ex preside dell’istituto professionale di stato per l’industria e l’artigianato e le attività marinare. La cerimonia di premiazione si svolgerà nella sala consiliare sabato 17 dicembre alle ore 17:30.

Antonio Guastaferro è nato a Terzigno in provincia di Napoli il 6 novembre 1924. Laureato in scienze economico–marittime presso l’istituto superiore universitario navale di Napoli, inizia l’insegnamento nel 1942 come addetto all’ufficio tecnico di laboratorio e insegnante tecnologico presso la scuola tecnica industriale “Ottavio Augusto” di Ottaviano.

Dal 1948 al 1952 ricopre l’incarico di docente di tecnologia meccanica e laboratorio tecnologico presso la scuola di avviamento industriale “Sacconi” di Ascoli Piceno. Dal 1959 al 1964 è direttore della scuola di avviamento industriale e marinaro di San Benedetto del Tronto. Dal 1961, anno della fondazione della scuola (di cui quest’anno si festeggiano quindi i 50 anni di vita), al 1992 riveste l’incarico di preside dell’Ipsia di cui è anche fondatore. Sotto la sua guida, la scuola cresce rapidamente per importanza, qualità dell’insegnamento, rivolto a dare una formazione pratica a giovani in grado di entrare subito nel mondo del lavoro, numero di iscritti. Gli allievi usciti dall’Ipsia “di Guastaferro” operano in Italia e nel mondo (basti pensare ai tecnici della motoristica e meccanica navale): la fama della qualità della preparazione dell’istituto sambenedettese ha da tempo varcato i confini nazionali.

Guastaferro è stato insignito dell’onorificenza di commendatore e della medaglia d’oro ai benemeriti della Scuola, della cultura e dell’arte. Nel suo curriculum anche la reggenza dell’Ipsia “Sacconi” di Ascoli Piceno dal 1967 al 1971 e, in precedenza, periodi come capo ufficio annona al comune di Terzigno e come ispettore del lavoro.

L’onorificenza “Premio Truentum” rappresenta la massima onorificenza concessa dal comune di San Benedetto del Tronto a quei sambenedettesi di nascita o adozione che, operando nei vari campi dell’agire umano, siano riusciti a conseguire traguardi prestigiosi a livello nazionale e/o internazionale, dando lustro alla città.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 405 volte, 1 oggi)