ANCONA – Sindacati e Regione Marche a confronto. Nella mattinata del 23 novembre si è riaperto il confronto tra Regione e i vertici sindacali per definire il “Piano sanitario regionale”. Il presidente Gian Mario Spacca con, a seguito gli assessori; alla Salute, Almerino Mezzolani, ai Servizi sociali, Luca Marconi, il direttore del Dipartimento Sanità Carmine Ruta e il presidente della Commissione Sanità Francesco Comi, hanno incontrato i segretari regionali; Gianni Venturi per Cgil , Stefano Mastrovincenzo per Cils e Graziano Fioretti della Uil e, inoltre, le delegazioni sindacali di categoria dei pensionati e dei pubblici dipendenti.

Nel corso dell’incontro è stata espressa la volontà della Regione di rafforzare un percorso comune, comprensibile e chiaro “basato su un rapporto di fiducia reciproco e volto innanzitutto a rispondere ai bisogni di tutti i cittadini, nonostante l’incerta evoluzione degli scenari economici nazionali”.

I rappresentanti sindacali hanno manifestato apprezzamento per le parole del presidente Spacca, riaffermando però: “Anche alla luce della decisione ribadita della giunta di non modificare il modello organizzativo, la necessità che il Piano assuma un carattere meno descrittivo e che non si limiti all’indicazione di obiettivi e percorsi, ma che proponga anche soluzioni e relativi tempi di realizzazione sulle principali criticità del sistema”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 103 volte, 1 oggi)