CUPRA MARITTIMA – L’assessorato al Lavori Pubblici di Cupra Marittima, rappresentato da Graziano Cognigni, fa il punto della situazione di quanto è stato realizzato ultimamente. “Innanzitutto – inizia l’assessore – stiamo portando avanti l’iter burocratico per l’inizio dei lavori del polo scolastico. Si stanno infatti concludendo gli ultimi dettagli riguardanti la convenzione con la provincia di Ascoli Piceno. Una volta stabiliti questi ultimi si passerà alla progettazione definitiva da redigere insieme alla società aggiudicataria. Nel frattempo sono iniziate anche le procedure della variante urbanistica per la realizzazione della pista ciclabile sia verso il futuro polo scolastico e sia verso nord, ovvero Marina di Massignano”.

Per quanto riguarda la manutenzione del paese Cognigni ha spiegato: “Stiamo intervenendo con una potatura su 19 pini e un ippocastano, piante secolari che si trovano nell’area dal Monumento ai caduti di tutte le guerre, proseguendo in direzione del paese alto. Queste piante non venivano potate da circa venti anni e con i loro pesanti rami stavano diventando pericolose. Le operazioni di manutenzione e di messa in sicurezza si estendo anche al torrente Sant’Egidio che verrà pulito al più presto grazie ad un finanziamento della provincia”.

L’assessore coglie l’occasione per ricordare l’appuntamento di sabato 26 novembre: “Durante la mattinata, al cinema Margherita, si terrà un incontro pubblico per l’illustrazione del nuovo blocco cimiteriale composto da 240 nuovi loculi, in particolare, tramite estrazione casuale, verrà definito l’ordine di scelta delle domande di acquisto dei loculi pervenute entro luglio 2011, successivamente si procederà all’appalto dei lavori”.

Prosegue Cognigni illustrando anche gli interessanti lavori riguardanti il parco archeologico, avviati grazie al finanziamento ottenuto dalla società Arcus: “Gli archeologi e gli operai stanno proseguendo con gli scavi estensivi e le trincee stratigrafiche che stanno dando alla luce una complessa struttura. Inoltre stiamo ristrutturando anche la casa colonica presente nell’area in modo da farla diventare una foresteria. Abbiamo anche migliorato l’accesso al parco con la sistemazione di via delle Ginestre. Ci sono anche altri progetti correlati al parco archeologico. Grazie ai fondi Fesr, ovvero dei fondi europei per lo sviluppo regionale, si sta provvedendo alla realizzazione di una recinzione del parco archeologico, che inizierà perciò ad avere il corpo di una vera a propria struttura, e alla copertura di una parte del castello di Sant’Andrea, una piccola area che grazie a questo intervento diventerà uno spazio coperto utilizzabile per presentazioni, eventi culturali, manifestazioni, e quant’altro. Insomma interventi importanti e sostanziosi nell’ambito culturale a vantaggio di tutto il paese”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 367 volte, 1 oggi)