per vedere il video clicca sulla destra e attendi pochi istanti per il caricamento dello spot

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Sarebbero dovuti essere cinque anni di riforme e sonni tranquilli. Nell’aprile 2008 lo pensavano tutti. La maggioranza era solida in un Parlamento che, oltretutto, aveva visto scomparire i partiti della sinistra radicale. Invece, la terza volta di Berlusconi si è dissolta dopo appena tre anni e mezzo, tra conflitti interni, liti, scandali più o meno sexy, gaffe ed una crisi economica mai pienamente presa sul serio.

Ruby, Noemi, la D’Addario, il divorzio sentimentale da Veronica e quello politico con Fini, l’abbronzatura di Obama, il lodo Alfano, l’attentato in piazza Duomo, il baciamano a Gheddafi, l’ironia sui gay, il terremoto a L’Aquila. Fino alla caduta sotto i colpi degli otto “traditori”. Rivivi il triennio del Cavaliere nella clip di Massimo Falcioni. CLICCA QUI.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 266 volte, 1 oggi)