GROTTAMMARE-FERMANA0-2 (1° T. 0-1)
GROTTAMMARE:Calvaresi (93), Silvestri, Ruggeri, Adorante, Valentini, Ludovico Capriotti, Gaibo Mouele (94), Simoni (74′ Zè Perez), Ludovisi, Nardini (62′ Cesani), Iachini (80′ Frinconi).A disposizione:Addazi, Marcatili, Baldassarri (93) e Fanizzi (94). Allenatore: Luigi Zaini.
FERMANA:Cionini, Gagliardi, Mozzoni, Pantera, Cudini, Brizzi, Facciaroni (87′ Fabiani), Parlato, Mariani, Ivan D’Angelo (59′ Bagalini), Casino (78′ Caroti).A disposizione: Poli, Lazzerini, Carrozza e Bettini. Allenatore:Lorenzo Scarafoni
Arbitro:Francesco Cenami di Rieti coadiuvato da Sclavi di Macerata e Carriero di Jesi .
Reti: 20′ e 74′ Mariani (F)
Espulsi: 58′ Brizzi (F) , doppia ammonizione.
Ammoniti:Adorante (G), Silvestri (G), Facciaroni (F), Brizzi (F) e Cudini (F)
Angoli:1-2.
Recuperi:1’+3′
Spettatori: 400 circa
Note: Osservato 1’ di silenzio per le vittime dell’alluvione in Liguria e Toscana. Terreno di gioco in buone condizioni.
Curiosità: -La scorsa stagione il Grottammare si era imposto per 2-0 (21′ ed 88′ Traini).
-In questa stagione in corso, le due squadre si erano già affrontate al Recchioni di Fermo, nel Girone Triangolare 6 valido per il 1° turno della Coppa Italia d’Eccellenza ed avevano vinto i canarini sempre per 2-0 (39′ Pantera, 42′ Paris).

GROTTAMMARE –Passo falso del Grottammare (che era reduce dal successo di Castel di Lama) al 2° ko interno consecutivo (dopo quello di 2 domeniche fa con la Cagliese) , che ha perso il big match dell’11a Giornata con la Fermana (al 5° risultato utile consecutivo), la quale ha espugnato il Pirani all’inglese con una doppietta (un gol per tempo) del bomber Mariani (match winner anche domenica scorsa ad Urbania e giunto al 5° centro stagionale).
Con questa vittoria i canarini giunti al 3° successo consecutivo, il quarto nelle ultime 5 partite, scavalcano i rivieraschi portandosi al secondo posto in classifica. Non è stata una bella partita, ma bensì una gara avara di azioni degne di nota a parte i 2 gol fermani e la traversa colpita dai rivieraschi con Valentini sullo 0-1. Gli ospiti rimasti in 10 ad inizio ripresa (sul risultato di 0-1), per l’espulsione del mediano Brizzi, sono stati cinici dimostrando di avere una difesa imperforabile (solo 5 gol subiti finora) che non subisce gol da 4 partite e attuando un buon contropiede e così alla fine non hanno rubato nulla portando a casa un meritato successo. I locali apparsi un po sottotono reclamano sull’episodio del primo gol contestando la punizione a due da cui è scaturita la marcatura che ha spianato la strada del successo ai gialloblu.

La cronaca: Al 7’ conclusione di Iachini dai 35 metri con palla che sorvolava la traversa .
Al 20’ giungeva il vantaggio della Fermana: il direttore di gara comandava una punizione a 2 in area per gioco pericoloso di Silvestri. Parlato toccava basso per Mariani che di piatto destro a giro scavalcava la barriera ed infilava sotto il sette.
Al 39’ ancora Mariani lanciato in contropiede si destreggiava superando in velocità due difensori rivieraschi ma poi sparava un collo sinistro dai 30 metri che finiva a lato seppur di poco. L’ultima azione della mediocre (dal punto di vista del gioco e delle scarse occasioni create da ambedue le squadre) prima frazione di gara si registrava al 43’ ancora per gli ospiti con l’ex Samb Ivan D’Angelo che ci provava da posizione defilata ma Calvaresi non si lasciava sorprendere bloccando la sfera con facilità. Al 58’ la Fermana rimaneva in 10 uomini per l’espulsione di Brizzi il quale rimediava il secondo giallo per proteste (in seguito ad una punizione accordata ai padroni di casa) ed il conseguente rosso. Al 60’ su punizione Nardini (capocannoniere del Grottammare con 5 reti all’attivo) toccava per Ludovisi, ma la sfera si infrangeva contro la barriera. Al 64’ il nuovo entrato Cesani giunto dentro l’area ospite concludeva di poco fuori. Al 69’ punizione battuta dalla sinistra da Iachini, sulla quale svettava di testa Valentini che colpiva la traversa. Al 71’ Bagalini dal limite impegnava Calvaresi con una fucilata respinta di pugno dall’estremo biancoceleste e poi allontanata da Valentini.
Al 74’ arrivava il raddoppio ospite firmato ancora da Mariani . L’attaccante canarino lanciato in contropiede, con Calvaresi che disperatamente abbandonava la propria porta cercando di fermarlo, era lesto a saltare l’estremo locale, e ad infilare la porta sguarnita malgrado il tentativo di recupero di Valentini.
All’ 83’ Ludovico Capriotti crossava per Ludovisi che di testa mandava la sfera sul fondo.

Curioso come lo score interno dei biancocelesti veda un perfetto equilibrio nei risultati ottenuti finora con 2 successi, 2 pareggi ed altrettanti ko.
Con questo ko (il terzo stagionale, il secondo interno) il Grottammare è stato scavalcato oltre che dalla Fermana anche dalla Cingolana (reduce dal successo interno sul fanalino di coda Real Montecchio ed ora terza) scivolando al quarto posto a -7 dalla vetta. Domenica prossima la squadra di Zaini sarà ospite dell’Urbania (reduce da 2 ko consecutivi: Fermana in casa e Corridonia in trasferta).
La Fermana invece con questo successo (il sesto stagionale, il terzo esterno) come già detto scavalca i rivieraschi salendo al 2° posto e diventa come era prevedibile la prima inseguitrice della capolista Maceratese (che ha rifilato 6 gol alla malcapitata Fortitudo Fabriano) dalla quale resta distante 5 punti . Nel prossimo turno la formazione di Scarafoni ospiterà la Belvederese (reduce dal pari interno con la Biagio Nazzaro).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 291 volte, 1 oggi)