SAN BENEDETTO DEL TRONTO-Si chiamava Alfonso Salini, il pensionato 69enne travolto ed ucciso da un’auto giovedì 3 novembre alle ore 21,30 all’incrocio di via Mare e via Colleoni a Porto D’Ascoli.

Secondo le prime ricostruzioni della Polizia Stradale di Ascoli l’investitrice, una donna a bordo di una Lancia Y,  non ha neanche frenato in quanto non si era accorta assolutamente della vittima che in quel momento stava facendo ritorno a casa.

Ai medici del 118 accorsi in breve tempo sul luogo le condizioni sono apparse subito disperate. Nonostante tutto si è cercato di fare un ultimo tentativo trasferendolo al Torrette di Ancona ma qui il Salini è deceduto poco dopo. Il decesso è stato causato dalle molteplici lesioni e da un forte trauma cranico. Ne piangono la morte la moglie, il figlio e i dipendenti della questura di Ascoli presso la quale aveva lavorato per anni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.695 volte, 1 oggi)