SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La rabbia è ancora da sbollire, ma Luca Vignoli pensa già al prossimo consiglio comunale che, quasi sicuramente, si svolgerà il 16 novembre. Un appuntamento nel quale la maggioranza presenterà il programma di mandato del Gaspari-bis, con l’esponente del Pdl al contrario propenso a porre un’interrogazione sulla contestata vicenda del deposito sotterraneo di stoccaggio del gas.

I motivi? Soprattutto tre: per conoscere a che punto si trova l’iter amministrativo relativo all’eventuale realizzazione di tale deposito; per sapere se è vero che la Regione ha varato una norma che vieterebbe ai Comuni di decidere in materia di impatto ambientale e per capire se sono state date tutte le necessarie garanzie di sicurezza in merito all’eventuale realizzazione e funzionamento dell’impianto.

“Voglio stanare l’amministrazione”, dichiara Vignoli. “Su questo argomento sono ancora un po’ troppo ondivaghi ed ambigui”. Antipasto per una nuova assise bollente?

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 290 volte, 1 oggi)