SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Tredici voti favorevoli e nessuno contrario. Nonostante i nove astenuti, la riqualificazione della Zona Cerboni mette d’accordo tutti. Uno dei pochi momenti di condivisione in un consiglio comunale che di sereno ha avuto ben poco. “Ci fa piacere che l’amministrazione comunale si sia confrontata con la città. Tante problematiche sono state annullate col nuovo progetto, anche grazie ad alcune osservazioni della Provincia, che avevano delle basi fondate”: parole di Bruno Gabrielli, che ha inoltre benedetto la legge 106/2011 del Decreto Sviluppo, varata dall’attuale Governo.

“Una norma che favorisce di fatto gli interventi – l’ha definita il sindaco Gaspari – prevedendo la possibilità di un cambio di destinazione oltre che la traslazione dei volumi. Ciò ci permetterà di intervenire pure in via Saffi. Il nostro intento – ha proseguito – e ridare a San Benedetto spazi oggi degradati, rendendoli vivibili. Vogliamo migliorare la qualità della vita delle persone che vivono in quei quartieri”. Agire in materia di edilizia dunque si può: “Non deve più essere un tabù”.

Ecco allora che si pensa già al futuro, con il pensiero del primo cittadino che va immediatamente alla realizzazione di un nuovo sottopasso, come egli stesso aveva anticipato durante la presentazione del programma del suo secondo mandato. L’obiettivo sarebbe la zona di via Turati, nei pressi della stazione di Porto d’Ascoli: “L’impegno è quello di trattare con Rfi – ha spiegato Gaspari – La realizzazione dovrà essere carrabile, con la possibilità di usufruire dell’area dei parcheggi”.

E se per Andrea Assenti (Pdl) l’ipotesi “aiuterebbe a decongestionare il traffico di via Mare”, Luca Vignoli s’è al contrario voluto soffermare sui possibili effetti negativi della nuova Piazza Kolbe: “Ho seguito la questione con interesse fin dall’inizio. Rimangono tuttavia dubbi per quello che sarà la viabilità futura ed il carico urbanistico della zona. Mi raccomando di studiare soluzioni adeguate in anticipo”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 248 volte, 1 oggi)