SAN BENEDETTO DEL TRONTO – È scomparso questa mattina Leo Bollettini, 82 anni, imprenditore ortofrutticolo sambenedettese, molto conosciuto in città e non solo per la sua attività che aveva condotto assieme ai fratelli Luigi e Floriano. Di seguito la nota del sindaco di San Benedetto Giovanni Gaspari e, in fondo, in corsivo, ciò che di lui è scritto nella pagina nazionale del sito Cavalieridellavoro.it. La redazione di Riviera Oggi porge le più sentite condoglianze alla famiglia Bollettini.

Desidero manifestare tutto il cordoglio mio personale e dell’Amministrazione Comunale per la scomparsa del Premio Truentum Leo Bollettini. La città intera ha subito la perdita di una persona dalle grandissime qualità umane e professionali che ha sempre dimostrato uno smisurato amore nei confronti di San Benedetto.

Questo grande affetto gli è stato riconosciuto nel 1991 con l’attribuzione della massima onorificenza cittadina con la seguente motivazione: “interpretava la fantasia e l’abnegazione della nostra gente nel settore dell’agricoltura collocandosi sulla scia dei grandi iniziatori di un’opera che si è propagata in diversi paesi europei con il nome e il prestigio della nostra Città”.

Le capacità imprenditoriali di Leo Bollettini, che con i suoi fratelli ha portato avanti in Italia ed all’Estero la produzione e la commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli della nostra terra, hanno contribuito ad una delle stagioni più felici della storia dell’industria dell’agroalimentare.

Leo era una persona di una sensibilità straordinaria che nascondeva sotto una corporatura robusta e un vocione rimbombante, era un “gigante buono” sempre disponibile all’ascolto dei suoi dipendenti e alle necessità della nostra comunità.

In questo momento di dolore, insieme a tutti i sambenedettesi, vorrei stringere in un abbraccio la moglie Anna e la famiglia tutta per esprimere così l’affetto della Città per un vuoto tanto difficile da colmare.

Dal sito www.cavalieridellavoro.it

Leo BOLLETTINI

Nato a San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno) nel 1929
Data di nomina 2 giugno 1994
Brevetto n. 2276
Settore: Agricoltura

Si è impegnato sin da giovane a migliorare l’orticoltura e la frutticoltura, sviluppando anche l’annessa filiera commerciale. Ha iniziato a lavorare nel settore accanto al padre Andrea, fondatore nel 1922 dell’azienda commerciale. Ha continuato la conduzione dell’azienda assieme ai fratelli Luigi e Floriano, riservando una costante attenzione al continuo mutare delle tendenze dei mercati internazionali. Ha trasformato in frutteti specializzati le aziende agricole acquisite in Abruzzo, Marche e Puglia. Credendo nelle potenzialità della pesca nettarina, ha impiantato tra lo scetticismo generale 150 ettari di questa varietà, la cui produzione oggi in Italia ha raggiunto circa 5 milioni di quintali, quasi come quella della pesca classica. Nel 1972, impegnando una superficie di 110 ettari, ha introdotto in Italia la coltivazione dell’actinidia, facendo del nostro paese il primo produttore al mondo di kiwi. La Bollettini SpA è oggi considerata tra le ditte esportatrici europee più apprezzate e meglio organizzate. Fa parte della Uno Moc, una delle sette macro organizzazioni ortofrutticole italiane approvate dal Mipa. Nel 1998 ha promosso anche la costituzione di una società consortile per azioni: la F.1, un’organizzazione interregionale di produttori ortofrutticoli. Fondatore della Banca di Credito Cooperativo dell’Adriatico Teramano, è socio onorario della Fondazione della Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.890 volte, 1 oggi)