ANCONA – La Giunta regionale ha recepito il contenuto della decisione della Conferenza delle Regioni e Province Autonome che stabilisce criteri unitari su tutto il territorio nazionale riguardo alla data di inizio delle vendite di fine stagione. La proposta è stata presentata in Commissione commercio di cui la Regione Marche è coordinatrice. In base a quanto stabilito a livello nazionale, le vendite di fine stagione possono essere effettuate solo in due periodi dell’anno. Per il 2012, dal primo giorno feriale antecedente l’Epifania (5 gennaio) fino al 1° marzo e dal primo sabato del mese di luglio (7 luglio) fino al 1° settembre. Le imprese sono tenute a comunicare al Comune di appartenenza almeno cinque giorni prima la data d’inizio e la durata delle vendite.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 91 volte, 1 oggi)