SANT’OMERO – Rafforzare i controlli delle Forze dell’Ordine nelle zone dove si esercita la prostituzione e avviare interventi di pulizia nelle aree lungo la Bonifica del Tronto. E’ quanto è stato deciso nel corso della riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica che si è tenuto oggi a Sant’Omero. All’incontro erano presenti il Prefetto Soldà, i sindaci dei Comuni di Sant’Egidio alla Vibrata, Ancarano, Controguerra, Colonnella, Martinsicuro ed Alba Adriatica, l’assessore provinciale alla Viabilità Elicio Romandini, il Questore Amalia Di Ruocco e i comandanti provinciali di Carabinieri, Guardia di Finanza e Forestale.

Mancavano all’appello invece la Regione, il Genio Civile, il Consorzio di Bonifica Aso-Ten Tronto, la cui assenza è stata rimarcata dal Prefetto in quanto non si è potuto verificare gli sviluppi delle  iniziative promosse per il recupero ambientale delle aree in questione.

I sindaci hanno illustrato il degrado delle zone industriali che vengono utilizzate, nelle aree più isolate, come punto di scarico per rifiuti di qualsiasi tipologia. Tra gli interventi messi in cantiere si provvederà a migliorare il decoro attraverso operazioni congiunte di pulizia: la Provincia di Teramo avvierà il taglio di arbusti ed erbacce lungo la provinciale1, mentre i Comuni provvederanno a pulire dai rifiuti le zone interne, ma si chiederà anche agli Enti assenti all’incontro di fare la propria parte secondo le rispettive competenze. Si cercherà inoltre anche di sensibilizzare i cittadini con campagne informative di rispetto per l’ambiente, e di collaborazione con le istituzioni. La Forestale intensificherà i pattugliamenti, così come Carabinieri e Polizia, per scoraggiare il fenomeno della prostituzione, non solo sulla Bonifica, ma anche in alcune zone di Martinsicuro ed Alba Adriatica, dove proprio un paio di giorni fa si è conclusa l’ultima importante operazione delle forze dell’ordine che ha permesso di scoprire una ventina di appartamenti a luci rosse. Nel potenziamento di controlli e pattugliamenti saranno coinvolte anche le Polizie Municipali. Contro il degrado ambientale e la prostituzione il Prefetto ha invitato quindi a non abbassare la guardia, ma anzi a rafforzare la presenza di istituzioni e forze dell’ordine sul territorio.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 486 volte, 1 oggi)