SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La dichiarazione c’è stata sabato scorso, nel corso dell’inaugurazione del nuovo ponte sul Tronto: “Gli investimenti che si stanno facendo nel sud delle Marche sono molteplici. Mi dispiace che i lavori sull’autostrada A14 si siano interrotti a Porto Sant’Elpidio, noi volevamo che arrivassero quaggiù”. Parole testuali di Gian Mario Spacca, in risposta alle domande dei giornalisti che sottolineavano lo storico ruolo di Cenerentola ricoperto dal Piceno in ambito regionale.

Quella del Presidente delle Marche è anche una versione che, nella vulgata comune, era ignota: e cioè che i soldi e le possibilità che la terza corsia c’erano (e ci sarebbero?), ma se non sono stati spesi è colpa, essenzialmente, degli amministratori del Piceno: “Se non c’è stato l’accordo ciò non può essere addebitato alla Regione ma al territorio che non seppe trovare le giuste sintesi riguardo al tracciato, tuttavia noi lotteremo affinchè i lavori proseguano” ha dichiarato. E quindi l’impedimento non sarebbe da ricercare nell’eccesso di gallerie del tratto Pedaso-Porto d’Ascoli, coi conseguenti alti costi necessari per passare da due a tre corsie. Il video di Autostrade.it documenta infatti che si è intervenuto in diverse gallerie nel tratto interessato (clicca qui per accedere alla pagina relativa alla Rimini Nord-Porto Sant’Elpidio).

Sarebbe il caso, a questo punto, che amministratori ma eventualmente anche funzionari pubblici degli enti coinvolti chiariscano come si è arrivati a perdere questa possibilità (anche se Spacca non chiude la finestra ad eventuali prosecuzioni dei lavori e, nell’intervista video, ricorda che la Regione Marche sta finanziando opere pubbliche per 5 miliardi di euro). Ci riferiamo naturalmente agli ex presidenti della Provincia di Ascoli Massimo Rossi (Rc) e Pietro Colonnella (Pd), all’ex vicepresidente regionale del primo mandato Spacca Luciano Agostini (Pd) e attuale deputato, ma anche all’attuale presidente della Provincia di Ascoli Piero Celani (Pdl), precedentemente sindaco per due mandati del capoluogo provinciale e all’attuale sindaco di San Benedetto Giovanni Gaspari (Pd).

Autostrade.it parla di un intervento di 2,4 miliardi di euro, 5 nuovi svincoli aperti rispetto ai dieci già esistenti nel tratto interessato. Tutto, però, “Picenoless”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.542 volte, 1 oggi)