MARTINSICURO – Il Partito Democratico contesta l’abbattimento di cinque pini in via Colombo deciso dal sindaco Di Salvatore tramite un’apposita ordinanza. Il provvedimento è stato firmato poiché nella via del centro cittadino sono in programma lavori di manutenzione del manto stradale e del marciapiede deteriorato in diversi punti dalle radici degli alberi, che dovranno essere tagliate in superficie.

In base a quanto si legge nell’ordinanza, è stata effettuata da una ditta apposita di Tortoreto la verifica delle condizioni biostrutturali di 10 pini presenti in via Colombo e delle interazioni delle piante con le sedi stradali e i fabbricati. Dallo studio è emerso che qualora si procedesse con il taglio delle radici superficiali, alcuni alberi perderebbero stabilità e rischierebbero di crollare sotto l’effetto degli eventi atmosferici.

Il sindaco quindi ha emesso l’ordinanza per il taglio dei pini, ma la decisione è fortemente criticata dal Pd, per il quale “non ci sono i requisiti per giustificare un’ordinanza”. Per i Democratici infatti “il potere di urgenza può essere esercitato solo per affrontare situazioni di carattere eccezionale ed imprevisti, costituenti concreta minaccia per la pubblica incolumità e la sicurezza urbana. In questi casi – prosegue il Pd – è impossibile utilizzare i normali mezzi apprestati dall’ordinamento giuridico; ovviamente bisogna essere in presenza di un preventivo accertamento della situazione, che deve fondarsi su prove concrete e non su mere presunzioni”. In pratica, i pini destinati ad essere abbattuti al momento non sono pericolosi, ma potrebbero diventarlo a seguito del taglio delle radici superficiali. Per il taglio quindi l’amministrazione avrebbe dovuto ricorrere ad un iter diverso da quello dell’ordinanza, che avrebbe determinato un impegno di spesa minore.

I Democratici ritengono inoltre la procedura avviata non sia corretta poiché “indicare nell’ordinanza la ditta che deve fare il lavoro non è di competenza del sindaco. Gli uffici preposti, dopo l’ordinanza sindacale dispongono nei modi di legge quanto necessario per scongiurare i pericoli per l’incolumità pubblica che hanno giustificato l’ordinanza. Su via Colombo inoltre, sono in corso dei lavori di manutenzione nel cui progetto appaltato non sono previsti tagli di alberi”.

“Già in altre parti del territorio – aggiunge il Pd – si sono attuati tagli di alberi oltre il progetto appaltato (Area di Villa Rosa per il mercatino). Appare chiaro che a Di Salvatore piace ordinare ma è lampante che quando non si rispettano le regole amministrative si commettono errori e si spende di più. I costi non previsti per i tagli effettuati e fatti fare a ditte senza gara – conclude il Pd – alla fine peseranno nelle casse comunali L’Amministrazione Di Salvatore – Vagnoni ha iniziato il suo mandato con il taglio delle siepi al lungomare e conclude con il taglio di numerose piante storiche di Martinsicuro”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 566 volte, 1 oggi)