ANCONA – Ennesimo appuntamento al sempre più affollato Palarossini di Ancona. Questa volta, contro l’amata squadra di casa, la Fabi Shoes Montegranaro, si schiera la blasonata Virtus Roma. La formazione avversaria, composta per la maggior parte di giocatori provenienti dalla scorsa stagione sportiva, può vantare tra le sue fila anche l’ex giocatore sutorino Anthony Maestranzi -due stagioni in maglia gialloblu-, ora playmaker titolare.

Il primo quarto, piuttosto equilibrato fa registrare una buona difesa da parte dei padroni di casa, ma anche un dosaggio non regolare di falli: Zoroski e Brunner si caricano, infatti, già di due pesanti falli.

Nel secondo quarto, invece, Roma parte con una marcia in più e piazza subito importanti tiri dall’arco (Datome e Dedovic), che mettono in seria difficoltà la Fabi. Per tutta risposta l’allenatore sutorino, Sharon Drucker, richiama in panchina i suoi e imposta la difesa. Se, da un lato, è difficile piazzare un canestro da due nell’area degli avversari, dall’altro inizia ad essere arduo anche nell’area Sutor. Nella seconda fase del parziale, con una bomba da tre, Antonutti riduce il gap arrivato fino a +9 per gli ospiti. Dal 26-32, a morsi e sudore, Montegranaro si riporta quasi al pareggio. E’ infine il capitano Fabio Di Bella a portare in vantaggio, allo scadere dei secondi, la sua squadra con una tripla da mozzare il fiato: 36-34.

A fatica i ragazzi di coach Drucker riescono a contenere l’esplosività della Virtus nel terzo quarto. Spingono sull’acceleratore i Romani e mettono in difficoltà la difesa gialloblu, che in più di un’occasione lascia spazio alla creatività di Maestranzi al tiro. Autore del recupero della Fabi, questa volta, è il “terribile” Zoroski che, con due falli subiti, trasforma dalla lunetta ben quattro palle in canestri preziosi: il parziale si chiude sul 47-49.

L’ultimo quarto, purtroppo, è quello in cui la rosa di Montegranaro fatica maggiormente: Roma si fa più aggressiva e serra le fila della difesa. La fisicità della gara non tarda a lasciare il segno: escono per cinque falli: Slokar e Crosariol per la Virtus, Brunner per Montegranaro. Gli uomini di coach Lardo non concedono tiri facili alla Fabi, costretta a soffrire le efficaci penetrazioni di Dedovic, Tucker e Datome. Quest’ultimo, determinante nel finale, grazie alla sua prestazione quasi senza sbavature, è stato giudicato dalla stampa, presente al Palrossini, come il miglior giocatore della serata. Con queste premesse il match non poteva non chiudersi a favore degli avversari: la Sutor abbandona mestamente il parquet sul risultato di 67-76.

Tabellino

Fabi Shoes Montegranaro-Virtus Roma 67-76
FABI SHOES MONTEGRANARO
: Karl 12 (3/4,1/2 ), Piunti ne, Perini ne, Antonutti 5 (1/3, 1/3), Nicevic 4 (1/3, -), Zoroski 11 (2/3,1/4), Di Bella 10 (1/9,2/3), Mazzola ne, KirKsay 0 (0/1, -), McNeal 10 (2/8,1/5), Brunner 9 (3/8, -), Ivanov 6 (2/8,-). All.: Sharon Drucker.
VIRTUS ROMA :
Marchetti 0 (-,-), Tonolli 0 (-, -), Crosariol 6 (3/4, -), Datome 26 (6/8, 3/3), Dedovic 17 (6/9,1/2), Dasic 6 (3/5, 0/4), Gordic 0 (0/2, 0/1), Maestranzi 7 (0/1,2/3), Staffieri 0 (-, -), Tucker 10 (1/6, 2/6), Slokar 4 (2/3, -). All: Lino Lardo.
Arbitri
: Cicoria Giampaolo, Filippini Massimiliano, Quacci Paolo.
Note
: parziali 19-18; 17-16, 11-15, 20-27. Tiri da due Montegranaro 15/47 , Roma 21/38; tiri da tre Montegranaro 6/17, Roma 8/19; tiri liberi Montegranaro 19/24, Roma10/13; assist Montegranaro 12, Roma 11; stoppate Montegranaro 1, Roma 5; schiacciate Montegranaro 1, Roma 2.

Usciti per 5 falli: Slokar (R ), Brunner (M), Crosariol (R ).

SPETTATORI: 4540

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 233 volte, 1 oggi)